Pensione con 41 anni di contributi solo per alcuni profili di lavoro

Lorenzo Rubini

4 Giugno 2021 - 13:00

condividi

La pensione con 41 anni di contributi non spetta indistintamente a tutti i lavoratori precoci: occorre rientrare in uno dei profili di tutela.

Pensione con 41 anni di contributi solo per alcuni profili di lavoro

I lavoratori precoci che hanno versato almeno 12 mesi di contributi prima di compiere i 19 anni di età hanno la possibilità di accedere al pensionamento con la quota 41. Ma il beneficio non è aperto a tutti i lavoratori precoci bensì solo a quelli che rientrano in specifici profili di tutela.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Sono nato il 26.11.1960 ad oggi ho 41 anni e due mesi di lavoro continuativo, quando posso andare in pensione secondo voi?”.

Pensione anticipata o quota 41?

Solo a chi rientra nei lavoratori precoci ed in determinati profili di tutela è permesso l’accesso alla pensione con la quota 41. Nel suo caso specifico, se non ha versato almeno 12 mesi di contributi prima del compimento dei 19 anni, quindi, il pensionamento è precluso a priori.

In ogni caso, avendo un buon numero di anni di contributi maturato, il pensionamento per lei non è molto lontano. Ovviamente non rientra nella possibilità di pensionarsi con la quota 100, visto che non compie i 62 anni entro il 31 dicembre 2021, ma le resta la possibilità di accedere alla quiescenza con la pensione anticipata ordinaria, prevista dalla Legge Fornero.

La pensione anticipata richiede 42 anni e 10 mesi di contributi agli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi alle donne con una finestra di attesa di 3 mesi dal raggiungimento del requisito contributivo. Potrebbe, quindi, accedere al pensionamento tra poco meno di 2 anni, ovvero quando raggiungerà il numero di anni di versamenti richiesto dalla normativa di riferimento.

In ogni caso le consiglio, visto che il tempo ce l’ha a disposizione, di attendere la prossima riforma pensioni visto che una delle ipotesi messe in campo riguarda proprio la famosa quota 41 per tutti: la proposta prevede di allargare la possibilità di pensionarsi con 41 anni di contributi indipendentemente dall’età, a tutti i lavoratori, anche i non precoci, e senza i paletti attualmente imposti dai profili di tutela. Se dovesse essere applicata, questa misura le permetterebbe il pensionamento fin da subito.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it