Pensione anticipata con assegno ordinario di invalidità: quando è possibile?

Lorenzo Rubini

1 Marzo 2021 - 12:37

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Ci sono possibilità di accedere alla pensione prima dei 67 anni per chi è titolare di assegno ordinario di invalidità?

Pensione anticipata con assegno ordinario di invalidità: quando è possibile?

L’assegno ordinario di invalidità si trasforma automaticamente, al compimento dell’età anagrafica richiesta, in pensione di vecchiaia ma non permette l’accesso alla pensione anticipata. Quali possibilità di pensionamento ci sono prima dei 67 anni?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buon giorno vorrei sottoporle la mia richiesta ho 63 anni e 37 e 2mesi di contributi più uno anno di militare percepisco l’assegno ordinario dì invalidità 7° mese del 2° triennio, ho una invalidità 100%.
Non posso usufruire della quota100? come posso andare in pensione? Se si con quale modo con i miei contributi?
La ringrazio infinitamente
Con speranza aspetto suoi consigli”

Pensione con assegno ordinario di invalidità

Come abbiamo già scritto anche in precedenza i titolari di assegno ordinario non possono accedere ad alcuna forma di pensione anticipata a meno che non attendano la scadenza triennale e decidano di non presentare domanda di rinnovo per accedere alla quiescenza anticipata.

Nel suo caso, quindi, al momento non è possibile poter fruire della quota 100 ma se raggiunge i requisiti (38 anni di contributi e 62 anni di età) entro il 31 dicembre 2021 potrebbe presentare domanda di pensionamento alla scadenza del triennio di fruizione attuale dell’AOI.

Avendo, però, lei una invalidità civile del 100% potrebbe accedere alla pensione di vecchiaia anticipata per lavoratori invalidi fin da subito. Essendo la misura una pensione di vecchiaia a tutti gli effetti, infatti, non ne sono preclusi i lavoratori che sono titolari di assegno ordinario di invalidità.

Per poter richiedere questo tipo di pensionamento, però, è necessario che lei sia un dipendente del settore privato (ne sono esclusi, infatti, i dipendenti pubblici ma anche i lavoratori autonomi).

La misura richiede i seguenti requisiti:

  • invalidità pensionabile pari o superiore all’80%
  • 56 anni di età (e finestra di 12 mesi) per le donne
  • 61 anni di età (e finestra di 12 mesi) per gli uomini
  • almeno 20 anni di contributi maturati

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories