Pensione anticipata con 58, 59 e 60 anni di età: le vie percorribili

Lorenzo Rubini

26 Dicembre 2020 - 09:30

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Accedere alla pensione al compimento dei 60 anni o poco prima non è solo un’utopia, è possibile infatti per chi ha versato un buon numero di anni di contributi.

Pensione anticipata con 58, 59 e 60 anni di età: le vie percorribili

Non solo quota 100 per anticipare la pensione. Indipendentemente dall’età, infatti, la normativa Italia offre possibilità di accedere alla pensione che permettono la quiescenza anche prima dei 60 anni ma soltanto a chi ha iniziato a lavorare molto presto.

In questo articolo rispondiamo alle domande che ci hanno posto i lettori di Money.it sulla possibilità di accedere alla pensione anticipata in base ad età e contributi posseduti.

Pensione con 58, 59 e 60 anni

  • “Salve, vorrei sapere...Ho 60 anni 35 di contributi, ho iniziato a lavorare a 17 anni e attualmente faccio un lavoro cosiddetto gravoso. Quando potrò andare in pensione Saluti. Grazie”

Se rientra nei lavoratori addetti alle mansioni gravose e allo stesso tempo è anche un lavoratore precoce potrebbe andare in pensione con la quota 41 a raggiungimento dei 41 anni di contributi.

  • “Il 30 gennaio 2021 compio 58 anni e ho 35 anni e due mesi di contributi e sono disoccupata da circa 4 anni, ho lavorato in una azienda per tutto il tempo... Appena Compio i 58 anni posso richiedere la pensione (opzione donna)? Ho anche un’invalidità del 50 %. Grazie per la risposta”

Purtroppo la proroga all’Opzione donna prevista dalla legge di Bilancio 2021 permette l’accesso al pensionamento soltanto alle lavoratrici che hanno raggiunto i requisiti richiesti entro il 31 dicembre 2020.

Compiendo i 58 anni solo nel 2021 non rientra nella possibilità. Dovrebbe attendere la prossima legge di Bilancio, quella del 2022, per vedere se la misura sarà prorogata di un ulteriore anno: in quel caso vi rientrerebbe.

  • “Appartenente alla classe dei lavoratori precoci, quando mi e concesso ad andare in pensione? Ho 40 anni di contributi e 59 anni di età.”

Per i lavoratori precoci è previsto il pensionamento alla maturazione dei 41 anni di contributi ma solo se rientrano in uno dei profili di tutela. I profili che permettono l’accesso alla quota 41 sono: disoccupato, caregiver, usurante, gravoso e invalido.

Se non rientra in queste tipologie di lavoratori dovrà attendere la maturazione dei 42 anni e 10 mesi di contributi per accedere alla quiescenza con la pensione anticipata ordinaria.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories