Pensione anticipata a 51, 57 e 59 anni: le possibilità in base ai contributi

Lorenzo Rubini

30 Novembre 2020 - 13:44

30 Novembre 2020 - 13:46

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Pensionamento anticipato: è possibile in diverse modalità, vediamo le possibilità in base ai contributi e l’età dei soggetti.

Pensione anticipata a 51, 57 e 59 anni: le possibilità in base ai contributi

La pensione anticipata prima del compimento dei 60 non è solo una chimera. Per chi ha iniziato a lavorare in giovane età, infatti, le possibilità di uscita ci sono e possono essere anche vantaggiose. Ricordiamo, infatti, che la normativa previdenziale oltre alla pensione anticipata ordinaria, offre anche la possibilità di accedere a pensioni anticipate in deroga.

In questo articolo rispondiamo agli interrogativi di diversi lettori di Money.it riguardo al pensionamento anticipata prima dei 60 anni.

Pensione anticipata a 51, 57 e 59 anni

  • “Buonasera volevo Sapere avendo 40 anni di contributi e 59 anni di eta se posso andare in pensione.Grazie”

Essendo donna, possibilità di pensionamento nell’immediato c’è solo con l’opzione donna che richiede 58 anni di età e 35 anni di contributi (al 2019) per le dipendenti e 59 anni di età e sempre 35 anni di contributi (al 2019) per le autonome.

La misura sarà prorogata anche per il 2021 permettendo l’accesso a chi raggiunge i requisiti entro la fine del 2020.

Pensionarsi per l’opzione donna, però, comporta una forte penalizzazione sull’assegno pensionistico visto che la lavoratrice deve accettare un ricalcolo interamente contributivo della pensione. Nel suo caso, visto che le mancano 2 anni circa al raggiungimento della pensione anticipata ordinaria, che non prevede penalizzazione, non credo sia conveniente pensionarsi con l’opzione donna.

  • “Buongiorno mi chiamo M. ho iniziato a lavorare a 15 anni ho 57 anni, e 42 anni e due mesi di contributi quando potrò andare in pensione anticipata?grazie ”

Al raggiungimento dei 42 anni e 10 mesi di contributi versati e dopo un’attesa di 3 mesi, potrà accedere alla pensione anticipata ordinaria. Suppongo, quindi, che tra 11 mesi avrà diritto alla quiescenza con l’anticipata prevista dalla riforma Fornero.

  • “Salve, tra poco compirò 51 anni, ho iniziato a lavorare quando ne avevo 16 e fortunatamente con contributi regolari. Quando riuscirò ad andare in pensione?”

Essendo lei donna le possibilità di pensionamento anticipata sono offerte dalla pensione anticipata ordinaria che richiede 41 anni e 10 mesi di contributi maturati o, in alternativa, essendo una lavoratrice precoce, con la quota 41 e 41 anni di contributi maturati.

Nel secondo caso, però, è necessario che appartenga ad uno dei profili di tutela (disoccupati, caregiver, invalidi, gravosi o usuranti).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories