Pensione anticipata 2022: sarà possibile con 41 anni di contributi?

Lorenzo Rubini

18 Maggio 2021 - 13:55

condividi

Ci sono possibilità che il prossimo anno sia consentito il pensionamento con 41 anni di contributi?

Pensione anticipata 2022: sarà possibile con 41 anni di contributi?

I lavoratori prossimi al pensionamento che attendono la riforma pensioni del prossimo anno sono davvero moltissimi e gran parte di loro spererebbe in una pensione quota 41 per tutti che permette di anticipare di un pò l’anticipata prevista dalla riforma Fornero. Ma quali sono le probabilità che venga attuata?

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno avete conferma che si sia iniziato a parlare di pensioni al governo?
Ho 41 anni di lavoro e sono caregiver da molti anni per mia figlia disabile. ( no precoce).
Si può paventare la possibilità di uscire senza aspettare ulteriori 10 mesi + 3 di finestra?
La situazione economica non lascerà spazio a ciò? Quale è il suo pensiero?”

Riforma pensioni e quota 41

Sinceramente non è che si sa molto al riguardo: i tavoli di incontro tra governo e parti sociali, anche se annunciati, non sono ancora ripresi e quelle che abbiamo avuto fino ad ora sono solo ipotesi e proposte.

Anche la quota 41 resta solo un’ipotesi e c’è da dire che la misura, già proposta lo scorso anno nei tavoli di confronto del precedente governo, era stata bocciata perché troppo costosa. Era poi stata riproposta con la previsione di applicare delle penalizzazioni a chi l’avesse scelta per il prepensionamento e, poi, era tornata di nuovo nel dimenticatoio.

Ora la ripropongono le parti sociali, insieme alla flessibilità a 62 anni ma dirle se la possibilità di uscita verrà riconosciuta oppure no non è sicuramente possibile in questo momento.

Certo è che qualsiasi misura venga scelta entrerà in vigore solo nel 2022 (e sicuramente eventuali decreti attuativi della stessa, che potrebbe essere contenuta nella prossima legge di Bilancio) non saranno pronti all’inizio del prossimo anno e si dovrà attendere.

Nel suo caso, quindi, che venga approvata la quota 41 per tutti oppure no cambia poco, visto che fra un anno circa andrebbe in pensione con l’anticipata ordinaria. Se poi la quota 41 per tutti dovesse prevedere anche delle penalizzazioni le sconsiglio vivamente di sceglierla essendo vicinissima alla pensione con 41 anni e 10 mesi di contributi. In ogni caso non ci resta che attendere per saperne di più in proposito.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it