Pensione a 57 anni con 39 anni di contributi: le possibilità

Le possibilità di accesso alla pensione prima dei 60 anni diventano di più se i contributi maturati sono molti.

Pensione a 57 anni con 39 anni di contributi: le possibilità

Per chi ha iniziato a lavorare in tenera età la fretta di pensionarsi, magari dopo 40 anni di attività, è più impellente. Vediamo quali sono le possibilità di anticipare la quiescenza per coloro che possono essere considerati lavoratori precoci.

Rispondiamo ad una lettrice di Money.it che ci scrive:

“Buongiorno, in attesa delle riforme che faranno, volevo sapere quando mio marito potrebbe andare in pensione avendo quasi 39 anni di contributi e 57 anni di età. Grazie”.

Pensione a 57 anni con 39 anni di contributi

Tralasciando quelle che potrebbero essere le nuove misure che saranno introdotte con la prossima riforma pensioni, ci baseremo, in questa risposta solo sulla normativa previdenziale attualmente in vigore.

Avendo 39 anni di contributi e 57 anni di età, appare chiaro che suo marito rientra nella categoria dei lavoratori precoci visto che ha versato oltre 12 mesi di contributi prima di compiere i 19 anni di età.

Proprio perché rientra in questa categoria di lavoratori potrebbe avere la possibilità di accedere al pensionamento con soli 41 anni di contributi grazie alla quota 41 per precoci.

Purtroppo, però, per accedere alla quota 41 non basta raggiungere i 41 anni di contributi e rientrare nella categoria dei precoci. Serve, infatti, rientrare anche in uno dei profili di tutela che sono:

  • lavoratore dipendente disoccupato a seguito di licenziamento, anche collettivo, che ha terminato di fruire dell’intera indennità di disoccupazione spettante da almeno 3 mesi;
  • lavoratore caregiver che si prende cura da almeno 6 mesi di un familiare convivente con grave handicap;
  • lavoratore invalido con percentuale certificata pari o superiore al 75%;
  • lavoratore addetto alle mansioni gravose o usuranti.

Se suo marito rientra in uno dei profili sopra descritti potrebbe accedere alla pensione tra 2 anni con la quota 41.

In caso contrario, invece, dovrebbe maturare i 42 anni e 10 mesi necessari per gli uomini ad accedere alla pensione anticipata ed in questo caso, di conseguenza, dovrebbe attendere altri 4 anni circa.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories