Pensione a 57, 59 e 65 anni: le possibilità di accesso

Lorenzo Rubini

26 Novembre 2020 - 11:46

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quali sono le possibilità di pensionamento prima e dopo il compimento dei 60 anni? Vediamolo in base anche ai contributi versati.

Pensione a 57, 59 e 65 anni: le possibilità di accesso

Oltre alla pensione di vecchiaia, che spetta al compimento dei 67 anni di età per chi ha versato almeno 20 anni di contributi, la normativa italiana prevede la possibilità anche di accedere a diverse tipologie di pensioni anticipate a coloro che possiedono i requisiti anagrafici e contributivi richiesti.

In questo articolo rispondiamo alle domande che ci hanno posto diversi lettori di Money.it proprio sulla possibilità di pensionamento anticipato.

Pensione a 57, 59 e 65 anni

  • “Mia moglie ha circa 4 anni di versamenti prima del 96 ,ora lavora come collaboratrice scolastica di ruolo, ha 59 anni premetto che dopo il 96 ha accumulato circa 5 anni di contributi vorrei sapere quando può andare in pensione cordialità”

A sua moglie, per raggiungere i 67 anni, mancano ancora 8 anni. Se i contributi maturati fino ad ora da sua moglie sono i 9 anni che mi menziona, purtroppo al raggiungimento dell’età per accedere alla pensione di vecchiaia non le spetterà alcuna pensione.

Con i requisiti che lei mi riporta, infatti, sua moglie non ha possibilità di accedere alla pensione con nessuna delle 3 deroghe Amato (che richiedono 15 anni di contributi, invece che 20) ma non avrebbe possibilità di diritto neanche alla pensione di vecchiaia contributiva al raggiungimento dei 71, visto che ha contributi versati prima del 1996.

L’unica soluzione per assicurarsi un pensionamento, quindi, appare quella di chiedere il trattenimento in servizio al raggiungimento dei 67 anni per raggiungere i 20 anni di contributi minimi richiesti per poter accedere alla pensione di vecchiaia.

  • “Salve..ho 31 anni di contributi e appena compiuto 65 anni anni..ho la possibilità di prendere la pensione? Grazie”

L’unica possibilità di pensionamento anticipato con i suoi requisiti è dato dall’Ape sociale che permette l’accesso, però, con almeno 30 anni di contributi solo ad invalidi, caregiver e disoccupati. Se non rientra in uno di questi profili di tutela la possibilità di percepire la pensione è data, al raggiungimento dei 67 anni, dalla pensione di vecchiaia.

  • “Salve sono dipendente Ente Locale, tra poco più di un mese compirò 57 anni ed ho raggiunto i 35 anni di servizio. Volevo sapere se potrò andare in pensione con ,41 anni e 10 mesi di servizio. Grazie”

La pensione anticipata ordinaria ha requisiti bloccati a 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne fino al 31 dicembre 2026.

A lei mancano 6 anni e 10 mesi per raggiungere i contributi necessari per la pensione anticipata e li raggiunge, quindi, dopo la fine del 2026. Per questo motivo potrebbe essere soggetta all’aumento dell’età pensionabile previsto per il biennio 2027/2028 di 2 mesi che porterebbe all’aumento anche la pensione anticipata richiedendo per l’accesso 43 anni di contributi agli uomini e 42 anni di contributi per le donne.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories