Pensione, 67 anni e senza 20 anni di contributi: che fare?

Per chi non raggiunge i 20 anni di contributi al compimento dei 67 anni si paventa il rischio di non avere diritto alla pensione.

Pensione, 67 anni e senza 20 anni di contributi: che fare?

La normativa italiana prevede che per accedere alla pensione di vecchiaia al compimento dei 67 anni sia necessario maturare almeno 20 anni di contributi. In alcuni rari casi, e al possesso di determinati requisiti, l’accesso è permesso anche con almeno 15 anni di contributi. L’alternativa resta la pensione a 71 anni.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Mia cugina insegnante ha iniziato il lavoro nel 2012 a51 anni.
Quando avrà l’eta’ massima di vecchiaia 66,10 mesi avrà maturato 14-15 anni di contributi. Per raggiungere i 20 anni minimi di contribuzione per accedere alla pensione cosa deve fare? Lavorare fino a 71-72 anni”

Pensione senza 20 anni di contributi

La normativa vigente prevede che per accedere alla pensione di vecchiaia siano necessari almeno 20 anni di contributi. In alcuni casi, previsti dalla legge Amato del 1992, è possibile accedere, sempre al compimento dei 67 anni ma con soli 15 anni di contributi.

E’ possibile accedere alla pensione di vecchiaia con soli 15 anni di contributi in uno dei seguenti casi:

  • tutti i contributi maturati sono stati versati prima del 1 gennaio 1993
  • si è ottenuta l’autorizzazione al versamento dei contributi volontari entro il 31 dicembre 1992 anche senza aver mai effettuato la prosecuzione volontaria
  • si ha un’anzianità contributiva di almeno 25 anni (primo contributo versato almeno 25 anni prima della domanda di pensione) e per almeno 10 anni i versamenti contributivi non hanno raggiunto le 52 settimane l’anno.

Sua cugina, attualmente, dovrebbe avere circa 8 anni di contributi e 59 anni di età. Pur sommando gli anni di contributi che potrebbe versare fino al compimento dei 67 anni, arriverebbe a 16 anni di contributi, e potrebbe accedere alla pensione di vecchiaia solo se rientrasse in uno dei casi che ho sopra descritto.

In caso contrario le opzione possono essere due: da un lato chiedere il trattenimento in servizio fino al compimento dei 71 anni a patto che per quella data raggiunga i 20 anni di contributi necessari, oppure accedere alla pensione di vecchiaia contributiva, che richiede solo 5 anni di contributi (versati interamente dopo il 31 dicembre 1995) richiedibile al compimento dei 71 anni (più eventuale aumento dell’età pensionabile per adeguamento all’aspettativa di vita ISTAT).

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti:

Pensione

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories