PayPal sbarca sul Nasdaq con la sua IPO oggi: conviene comprare?

Lunedì 20 luglio, al Nasdaq l’IPO di PayPal dopo la scissione da eBay. Prospettive per il titolo e analisi fondamentale: conviene comprare i nuovi titoli di PayPal?

PayPal inaugura definitivamente la scissione da eBay e si quota da sola in borsa al NASDAQ. L’IPO di PayPal è fissata per lunedì 20 luglio 2015 sotto il simbolo PYPL.

Da oggi, PayPal è l’unica società singola specializzata in pagamenti online e mobile quotata; fino a poco tempo fa il valore del business di PayPal era quota quotato nei titoli eBay, che l’ha acquisita nel 2002.

Il giorno dell’IPO, il prezzo delle azioni di eBay diminuirà dell’ammontare della valutazione data a PayPal. Il valore di entrambe le compagnie era sommato nella valutazione di eBay, ma dopo lo spin off le due società per azioni saranno quotate individualmente secondo il sentiment degli investitori e la conseguente domanda di azioni.
Tutti coloro che possiedono titoli eBay riceveranno un’azione PayPal per ogni azione Ebay di loro proprietà.

Come comprare i nuovi titoli di PayPal?

PayPal ha deciso di quotarsi al NASDAQ ed è necessario avere un conto tramite un broker online per acquistare le azioni, come anche se per acquistare le azioni eBay o qualsiasi altro titolo sulla Borsa statunitense, e non solo.
Aspettando la pubblicazione ufficiale all’apertura della sessione statunitense, il broker Plus 500 ha già predisposto la piattaforma e inserito nell’elenco dei titoli azionari della borsa statunitense il titolo di PayPal.

Una volta che i titoli di PayPal saranno pubblici, su Plus 500 si potrà acquistare le azioni online in qualsiasi momento di apertura del mercato. Si possono acquistare un minimo di una azione ad un massimo non definito, a seconda delle disponibilità di liquidità sul proprio conto di trading; i titoli possono poi essere venduti in qualsiasi momento.

Conviene comprare le azioni di PayPal?

PayPal è sicuramente la metà migliore di eBay da possedere, ma questo non significa che la crescita futura della società - e del valore delle sue azioni - sia garantita. Il mercato dei pagamenti elettronici è molto più affollato di quanto non fosse quando PayPal è stata fondata nel 1998. Concorrenti di gran peso come Apple, Google e Amazon potrebbero rallentare la crescita di PayPal.

PayPal da comprare? Il settore mobile è un rischio
PayPal è un’azienda leader nei pagamenti online, a lavoro anche per entrare a pieno titolo dei pagamenti tramite mobile.
La concorrenza è agguerrita: Apple Pay, Google Wallet, Square, CurrentC e altre piattaforme di pagamento sono già attive in questo segmento di mercato.

Inoltre, è difficile prevedere il successo dell’azienda nel segmento mobile e le prospettive reali nel mondo del pagamento online per la seconda metà del 2015 e il 2016.

Il business di PayPal potrebbe procedere bene ed entusiasmare gli investitori o rivelarsi troppo in ritardo rispetto alla concorrenza. Apple è il motivo numero uno per rimanere cauti su PayPal in questo momento; Apple Pay nei prossimi mesi potrebbe rivelarsi il campione sul mercato grazie alla quantità di clienti fidelizzati e l’elevato tasso di soddisfazione.

PayPal si sta separando da eBay perché il management sente che avere due aziende completamente diverse sotto lo stesso tetto è limitante per il valore per gli azionisti. I vertici ritengono che il prezzo delle azioni di ciascuna società quotata separatamente sarà superiore al prezzo delle azioni di eBay da sola. In questo modo, ogni azienda può concentrarsi sul proprio business individuale.

EBay Inc. (EBAY) ha acquisito PayPal nel 2002 per circa 1,5 miliardi di dollari. Da quel momento, PayPal è cresciuta in modo sostanziale, e alcuni credono che l’attività di PayPal sia molto più forte di quella di eBay.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su PayPal

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories