PayPal lancia il trading di Bitcoin e criptovalute: ecco come funziona

Giulia Adonopoulos

23 Agosto 2021 - 14:30

condividi

Gli utenti PayPal potranno comprare, vendere e detenere Bitcoin e altre criptovalute nel Regno Unito. L’annuncio della società mentre Bitcoin tocca i 50.000$. Ecco cosa cambia e perché.

PayPal lancia il trading di Bitcoin e criptovalute: ecco come funziona

Su PayPal arriva il servizio che consente di comprare, vendere e detenere Bitcoin e altre criptovalute. Lo ha annunciato la società oggi, lunedì 23 agosto.

Dopo il lancio negli Stati Uniti a fine 2020, il colosso dei pagamenti online espande l’accesso alle cripto anche ai suoi clienti europei, partendo dal Regno Unito questa settimana.

La notizia arriva in concomitanza di un nuovo balzo di Bitcoin, salito a 50.000$ domenica sera. Diversi analisti prevedono che la cripto più grande del mondo possa testare di nuovo i massimi storici dopo il crollo di luglio spinto dal giro di vite dei regolatori cinesi.

PayPal lancia il suo servizio di criptovaluta

Il lancio del servizio di criptovalute su PayPal in UK segna la prima espansione internazionale del prodotto crittografico dopo l’avvio oltreoceano. “Il servizio sta andando molto bene negli USA”, ha dichiarato il direttore generale di PayPal per blockchain e criptovalute Jose Fernandez da Ponte, “e ci aspettiamo che andrà bene anche nel Regno Unito”.

Grazie a questa funzione è possibile acquistare o vendere Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum o Litecoin tramite PayPal online o sull’app mobile con una spesa minima di , oltre che monitorare l’andamento dei prezzi delle criptovalute in tempo reale e leggere le ultime notizie e contenuti educativi sul mercato delle valute virtuali, come succede già con Revolut.

Gli utenti PayPal non possono spostare le proprie criptovalute al di fuori dell’app, come nel caso di Revolut, anche se la fintech inglese ha iniziato a testare la nuova funzionalità che consente di prelevare e trasferire le criptovalute su altre piattaforme.

Perché PayPal apre a Bitcoin

Paypal ha aperto al trading di criptovalute per facilitare a una platea più ampia di persone, anche principianti, l’ingresso in questo mercato. La società scommette che nel lungo termine le valute virtuali assumeranno un ruolo sempre maggiore nell’e-commerce, settore che si sta rendendo protagonista di un boom inarrestabile.

A inizio anno i clienti statunitensi di PayPal hanno avuto la possibilità di utilizzare le criptovalute per pagare milioni di commercianti online in tutto il mondo. L’azienda ha anche ampliato l’acquisto e la vendita di criptovalute su Venmo, il suo servizio di pagamento digitale particolarmente popolare tra i giovani. L’app consente di effettuare pagamenti o dividere le spese con amici e familiari ed è rivale dell’app Cash di Square.

Non solo PayPal: anche altri colossi tech hanno compiuto mosse significative che hanno contribuito al crescente interesse degli investitori internazionali verso Bitcoin & Co. Pensiamo a Tesla, che all’inizio di quest’anno ha acquistato 1,5 miliardi $ di bitcoin e ha annunciato che li accetterà come mezzo di pagamento per le sue auto. In primavera PayPal ha dichiarato di aver accettato di acquistare Curv, startup che aiuta i clienti a conservare le proprie criptovalute in modo sicuro, per quasi 200 milioni di dollari, e ha anche istituito una nuova business unit focalizzata sulla blockchain.

L’interesse delle banche centrali

Ma i nodi non mancano. Il lancio del servizio crypto di PayPal nel Regno Unito arriva mentre i regolatori diventano sempre più diffidenti nei confronti delle valute digitali. A giugno l’autorità di vigilanza finanziaria britannica ha vietato a Binance, il più grande exchange di criptovalute del mondo, di svolgere attività regolamentate nel Regno Unito, adducendo il mancato rispetto dei requisiti sul riciclaggio di denaro.

Dall’altra parte ci sono le banche centrali che guardano con grande interesse al crypto-spazio: dopo la Bce con l’euro digitale, anche il Regno Unito ha fatto sapere di volere prendere in considerazione la sua sterlina digitale, cosiddetta “Britcoin”, per essere all’avanguardia nell’innovazione e nella tecnologia dei servizi finanziari ed esplorare vantaggi e opportunità che una CBDC potrebbe portare al paese.

Argomenti

# PayPal

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.