Pagamenti con carta e bancomat, si deve esibire un documento d’identità?

Quando si paga con carta di credito e bancomat alcuni commercianti chiedono di esibire un documento d’identità. Questa pratica è vietata? Posso rifiutare di mostrare la carta d’identità? Vediamo cosa dice la legge.

Pagamenti con carta e bancomat, si deve esibire un documento d'identità?

Può accadere che al momento di pagare il conto con carta di credito o bancomat venga chiesto di mostrare in cassa un valido documento di riconoscimento, come carta d’identità e patente di guida. In realtà questa pratica è stata abolita nel 2016 anche se - alzi la mano a chi non è mai successo - non di rado i negozianti continuano a chiedere di esibire un documento.

Questo succede soprattutto quando il negoziante dubita della titolarità della carta e quindi teme una truffa. Che fare se viene chiesto di mostrare il documento? Si può rifiutare?

Non essendo previsto da nessuna disposizione di legge, la risposta è senza dubbio sì. Quindi il cliente/acquirente potrà opporsi e pagare ugualmente con carta e bancomat.

Secondo il testo unico sulla sicurezza, difatti, solo i pubblici ufficiali possono chiedere ai cittadini di mostrare i documenti di identità senza che questi possano fare opposizione.

Pagamenti con carta di credito e bancomat, si deve esibire la carta d’identità?

Quando si paga tramite Pos con carta di credito o bancomat non vi è nessuna norma che impone di identificarsi alla cassa tramite un documento di identità.

Questa è una pratica caduta lentamente in disuso e poi esclusa definitivamente nella Legge di stabilità del 2016 con la quale sono state introdotte diverse misure per incentivare l’utilizzo della moneta elettronica. La richiesta di esibire il documento, infatti, poteva in qualche modo portare il compratore a preferire i pagamenti in contanti.

Ad oggi, quindi, l’obbligo è caduto, ma potrebbe accadere che qualche negoziante avanzi ugualmente la richiesta. Cosa fare in questo caso?

Precisiamo subito che rifiutare di esibire la carta d’identità, la patente o il passaporto è del tutto lecito, senza dover rinunciare ad effettuare il pagamento tramite Pos. Quindi si può pagare con carta di credito e bancomat tranquillamente, anche se abbiamo lasciato i documenti a casa.

Ricordiamo inoltre che tutti gli esercizi commerciali sono obbligati ad avere il dispositivo per il pagamento tramite Pos e non possono rifiutare il saldo del conto tramite carta per importi superiori a 5 euro. Regola che, purtroppo, spesso viene disattesa, anche a causa della mancanza di sanzioni per i negozianti sprovvisti di Pos.

Se hai letto questo articolo potrebbe interessarti anche Commercianti senza Pos, posso andare via senza pagare?

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su POS obbligatorio

Argomenti:

POS obbligatorio

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.