PS5, la truffa Euromediashop: arrivano i rimborsi (e il proprietario si costituisce)

Matteo Novelli

16 Dicembre 2020 - 11:25

16 Dicembre 2020 - 11:33

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La truffa delle PS5 vendute da Euromediashop: utenti truffati da PlayStation 5 in offerta e disponibili chiedono i rimborsi mentre il proprietario del sito si costituisce. Ecco cosa è successo.

PS5, la truffa Euromediashop: arrivano i rimborsi (e il proprietario si costituisce)

La smania di avere una PS5 entro Natale può far incappare gli utenti in truffe e raggiri: è il caso di Euromediashop, un portale e-commerce diventato molto popolare nelle ultime settimane. Il sito prometteva PS5 in sconto con ampia disponibilità e, dopo i primi dubbi, è arrivata la conferma: è una truffa.

Il proprietario di Euromediashop si è costituito alla Guardia di Finanza di Brindisi e gli utenti caduti nelle offerte farlocche ora chiedono rimborsi: annunciate in pompa magna con volantini sparsi in tutta Milano, la vendita delle PlayStation 5 su questo portale si è rivelata una truffa made in Italy che ha da subito destato diversi sospetti.

Testate specializzate hanno condotto mini inchieste, intercettando il proprietario e chiedendo di visitare i magazzini, mentre anche gli utenti hanno fatto la loro parte cercando di venire a capo di quello che, sulla carta, sembrava essere un mistero destinato ad avere un brutto epilogo. Ecco cosa è successo.

Truffa PS5 Euromediashop: cosa è successo

La vicenda segue il trend delle truffe di PS5 ampiamente diffuso nel web: l’esempio più noto è il bagarinaggio presente su eBay e simili, dove le PlayStation 5 vengono vendute a un prezzo di mercato più alto dai rivenditori privati.

Fin qui, nulla di strano: la scelta di acquistare una PlayStation 5 introvabile nei negozi fisici e online sottostando a un prezzo maggiorato è solo degli utenti.

Il caso Euromediashop è diventato di conseguenza subito emblematico: sito semisconosciuto, ampia disponibilità di PlayStation 5 con consegna entro Natale e un prezzo scontato (a pochi giorni dall’uscita ufficiale).

Troppo bello per essere vero e infatti tutto si è rivelato una gigantesca truffa, portata a luce da un’inchiesta di DDay: il proprietario, dopo ave promesso alla testata l’accesso completo ai propri magazzini, si è costituito alle Fiamme Gialle.

PS5 in vendita su Euromediashop: il proprietario si è costituito, niente PlayStation 5

I segnali di un triste epilogo c’erano tutti e gli elementi in questione si sono concentrati negli ultimi giorni quando sono iniziate a sparire le pagine social relative a Euromediashop, il portale è andato offline e i numeri di telefono associati e il servizio clienti sono risultati spenti e non raggiungibili.

Il proprietario e fondatore dell’azienda Christian Ciciriello ha affermato ai microfoni di DDay di essere stato sopraffatto da una storia più grande di lui ma che l’intenzione non era quella della truffa, promettendo rimborsi. Finte anche le recensioni positive sparse sul web, acquistate attraverso app e tool simili a quelli per aumentare like follower su Instagram e TikTok.

PS5 truffa Euromediashop: come avere il rimborso

Gli utenti truffati si sono subito allarmati, dopo che le prime stranezze sono iniziate a venire alla luce: il proprietario promette che tutti gli utenti saranno rimborsati, non solo quelli che hanno ordinato PS5 (il portale prometteva infatti anche iPhone e altri top di gamma a prezzi scontati).

Una cifra da capogiro quella maturata nell’ultimo periodo, pari a 800.000 mila euro (che per i Carabinieri sarebbero stati devoluti in beneficenza).

Il portale non presentava come metodo di pagamento Paypal, e già questo avrebbe dovuto rappresentare un campanello d’allarme importante per gli utenti: l’acquisto era diretto e tramite bonifico, per cui le modalità di rimborso potrebbero essere più complicate del previsto.

Sulla questione è intervenuta CODICI (Centro per i Diritti del Cittadino) che ha avviato una class action aperta a tutti gli acquirenti truffati da Euromediashop. L’iniziativa è stata annunciata attraverso un comunicato ufficiale:

Un prezzo allettante, un’occasione ghiotta in questo periodo di regali in vista delle prossime festività natalizie. Ha fatto il giro del web la promozione di Euromediashop, azienda che opera «nel commercio di prodotti dell’elettronica di consumo, telefonia mobile ed informativa» come si legge sul sito internet, in merito all’acquisto della PlayStation 5 di Sony. Il problema è che il passaparola iniziato per informare amici e parenti dell’offerta in poco tempo si è trasformato in un avviso antitruffa. [..]

Chi ha acquistato una PlayStation 5 tramite Euromediashop e sta avendo problemi con la consegna del prodotto o con la richiesta di rimborso o di recesso può contattare Codici, che fornirà assistenza legale attraverso una class action. Sul sito dell’associazione, www.codici.org, è disponibile il modulo per aderire all’azione per il rimborso ed il risarcimento danni. Per informazioni e chiarimenti è possibile scrivere a segreteria.sportello@codici.org oppure telefonare al numero 06.55.71.996.

CODICI ha infine richiesto anche l’intervento dell’Antitrust, attivandosi prima della truffa conclamata per coordinare le richieste di risarcimento per gli utenti truffati.

Argomenti

# Sony

Iscriviti alla newsletter

Money Stories