Outlook hackerato: violate le email Microsoft

I servizi mail di Microsoft sono stati hackerati: indirizzi con dominio Outlook, Hotmail e Msn hanno subito una violazione costante per tre mesi, mettendo a rischio i dati personali e la sicurezza degli utenti.

Outlook hackerato: violate le email Microsoft

Outlook, il servizio email di Microsoft, è stato hackerato: nella giornata di ieri il colosso di Redmond ha confermato che diversi e non meglio identificati hacker hanno ottenuto l’accesso ai vari account di posta elettronica del client (indirizzi come @hotmail.com, @outlook.com e @msn.com) per tre mesi dall’inizio del 2019.

L’attacco hacker ad Outlook infatti si è concentrato, secondo quanto riferito da Microsoft, tra il 1 gennaio e il 28 marzo 2019, che in forma cautelare ha provveduto a bloccare l’accesso a tutti gli account compromessi e a informare via mail tutti gli utenti coinvolti (secondo quanto riportato da The Verge, gli utenti iscritti notificati sarebbero circa il 6%).

Microsoft, attraverso una nota ufficiale, ha riportato agli utenti che gli hacker in questione hanno avuto l’accesso agli indirizzi email, ai nomi delle cartelli e al contenuto delle email (che, secondo quanto decodificato nelle ultime ore, sarebbero state lette dai pirati informatici).

Attacco hacker Outlook: rischi, come proteggersi

Tre mesi in cui gli utenti Outlook sono stati spiati a loro insaputa da un gruppo di hacker che ha aggirato i sistemi di sicurezza e le misure di difesa adottate da Microsoft.

Nella mail inviata agli utenti Microsoft non parla del numero preciso di account violati, ma sottolinea nei dettagli il tipo di attacco subito suggerendo agli utenti di prestare molta attenzione (navigando online) ai possibili messaggi phishing e pubblicità con spam eccessivi. I dati di accesso dovrebbero essere al sicuro, ma è tuttavia consigliato cambiare password.

Il consiglio numero uno, in attesa di ulteriori dettagli in merito, è di impostare una parola di sicurezza nuova e sicura, contenente caratteri alfanumerici speciali, e almeno una maiuscola. Impostare anche un’autenticazione a due fattori fornisce un ulteriore step di sicurezza, insieme a un’accurata selezione dei siti e delle piattaforme in cui registrarsi attraverso il proprio indirizzo email.

Per evitare ripercussioni spiacevoli, meglio disabilitare qualunque tipo di account personale associato agli indirizzi email di Microsoft ed eventualmente cambiare le credenziali di accesso anche per le piattaforme a esso correlate (ad esempio il vostro log in su Facebook).

Nel comunicato diffuso la grande M ha precisato: “Microsoft si scusa per gli eventuali disagi causati da questo problema. Ti assicuriamo che prendiamo molto sul serio la protezione dei dati e i nostri team interni per la privacy e la sicurezza sono impegnati in questa indagine e provvederanno a un ulteriore rafforzamento dei sistemi e dei processi per prevenire tali episodi”.

Leggi anche Gmail: come scoprire se un’email è stata letta

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Microsoft

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.