Olimpiadi, ufficiale il rinvio: Tokyo 2020 si farà nel 2021

Il CIO dopo l’anticipazione del primo ministro del Giappone Shinzo Abe ha ufficializzato il rinvio al 2021 delle Olimpiadi che, per non perdere il merchandising, si chiameranno comunque Tokyo 2020.

A causa del coronavirus dopo gli Europei di calcio anche le Olimpiadi previste quest’estate sono state ufficialmente rinviate al 2021, con Tokyo 2020 che comunque manterrà il proprio nome per non dilapidare quanto già investito per promuovere il brand e il merchandising.

Dopo che la notizia era stata in qualche modo anticipata dal primo ministro del Giappone Shinzo Abe, a stretto giro è arrivato anche il comunicato ufficiale del CIO: il prossimo 24 luglio non si accenderà il braciere olimpico, con il tutto rimandato di un anno.

Se inizialmente la posizione di Thomas Bach, numero uno del CIO, era quella di confermare le Olimpiadi a fine luglio 2020 come da programma, a causa delle pressanti proteste da parte delle varie Federazioni tra cui anche quelle di Canada e Stati Uniti ci si era dati un mese di tempo per valutare uno slittamento.

L’ipotesi più gettonata era quindi quella di spostare i Giochi di qualche mese nella speranza che nel frattempo fosse rientrata l’emergenza coronavirus, con le Olimpiadi che così si sarebbero svolte sempre nel 2020 ma nel mese di ottobre o novembre.

Alla fine però si è optato per la soluzione più sensata, vista la sciarada ancora rappresentata dalla pandemia, anche se adesso si dovranno rinviare i Mondiali di atletica e di nuoto previsti la prossima estate.

Per il CIO e per il Giappone però l’importante è che le Olimpiadi siano rinviate ma non cancellate, visto che un mancato svolgimento di Tokyo 2020 aporterebbe a un danno economico quantificabile in 3 miliardi con diverse Federazioni sportive a rischio bancarotta.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories