OCSE: c’è più ottimismo, stime in rialzo. Anche per l’Italia?

Violetta Silvestri

09/03/2021

09/03/2021 - 12:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

L’OCSE ha rivisto le stime di crescita mondiale per il 2021: c’è maggiore ottimismo, con un focus sui vaccini. Quali previsioni per l’Italia?

OCSE: c'è più ottimismo, stime in rialzo. Anche per l'Italia?

L’OCSE rivede le stime di crescita globale in rialzo rispetto a dicembre, diffondendo un generale clima di fiducia e di ottimismo.

La parola chiave per la svolta e l’accelerazione nella ripresa è solo una: vaccino. Secondo l’organizzazione mondiale, infatti, solo perfezionando e velocizzando le iniezioni si potrà davvero sconfiggere la crisi.

Attenzione, però, alla cooperazione, affinché non prevalga la distribuzione disomogenea delle dosi e i Paesi più poveri restino senza immunizzazione.

In questo quadro, le proiezione di ripresa sono in deciso miglioramento: anche per l’Italia?

Stime OCSE: PIL mondiale a +5,6% nel 2021

La ripresa economica avanza a un ritmo più elevato e per questo l’OCSE prevede una crescita del PIL mondiale maggiore rispetto a quanto stimato a dicembre.

La valutazione odierna stabilisce, infatti, un +5,6% di aumento del Prodotto Interno Lordo globale, a fronte del precedente +4,2%. Il 2022, secondo le nuove stime, vedrà una crescita del 4,3% in confronto al 4% predetto a dicembre.

Il rafforzato ottimismo dell’OCSE ha origine in due fattori: innanzitutto dalla campagna vaccinale più o meno diffusa nel mondo e poi dalla spinta USA. La potenza americana, con l’ingente piano Biden da 1.900 miliardi di dollari ha dato forza al rilancio economico.

Italia: quali nuove stime dall’OCSE?

Per quanto riguarda l’Italia, che nel frattempo ha cambiato Governo con l’ingresso sulla scena politica, e quindi economica, di Mario Draghi, l’OCSE ha previsto un leggero calo.

Nelle sue rinnovate stime, infatti, il Belpaese è visto crescere nel 2021 del 4,1%, rispetto al 4,3% precedentemente individuato. Andrà meglio, però, nel 2022, quanto il PIL italiano dovrebbe vedere un balzo del 4% contro le previsioni di dicembre a 3,2%.

L’outlook ha anche sottolineato che l’Italia non riuscirà a recuperare il livello di PIL pre-pandemico entro il 2022. Nel dettaglio, a fine 2021 il Prodotto Interno Lordo sarà ancora sotto di 4 punti percentuali e nel 2022 di uno.

Previsioni per il mondo: chi crescerà di più?

L’OCSE ha dato indicazioni rinnovate anche per le altre aree del mondo.

Il PIL dell’Eurozona crescerà del 3,9% nel 2021 (+0,3% rispetto a stime di dicembre) con la Germania a +3% (+0,2% rispetto a dicembre); la Francia +5,9% (-0,1% rispetto a dicembre) e la Spagna a +5,7%.

Un balzo del PIL significativo è previsto per gli Stati Uniti, che nel 2021 dovrebbero incrementare del 6,5%, ovvero +3,3% in confronto alle previsioni di dicembre.

In Cina di stima un rilancio del 7,8% nell’anno in corso, con un calo di 0,2% rispetto a quanto previsto a dicembre.

Occhio anche alla rinascita dell’India, che l’OCSE vede protagonista di una crescita del 12,6% nel 2021.

Argomenti

# OCSE

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories