Si parla da tempo di una nuova Alfa Romeo Giulietta. Sebbene l’attuale modello sia ancora presente nella gamma della casa automobilistica del Biscione, si sa già che la vettura ha i mesi contati. Al momento una sostituta non è prevista, ma le cose potrebbero cambiare l’anno prossimo dopo la fusione tra Fiat Chrysler e PSA con il nuovo piano industriale di Alfa Romeo.

Ecco perchè in futuro la nuova Alfa Romeo Giulietta potrebbe essere l’unica berlina del Biscione

Le berline compatte seppur in calo continuano ad avere molto più mercato di quelle a 3 volumi. Dunque ora come ora per il futuro sembra più probabile la presenza di una nuova Alfa Romeo Giulietta nella gamma dello storico marchio milanese piuttosto che di Alfa Romeo Giulia che comunque ha ancora davanti molti anni di vita e quindi le cose potrebbero tranquillamente cambiare.

Una nuova Alfa Romeo Giulietta sarebbe da fare perché costerebbe poco sfruttando la piattaforma CMP di PSA. Potrebbe arrivare sul mercato anche in versione ibrida ed elettrica a zero emissioni aumentando di molto le vendite del Biscione in Europa dove ancora oggi modelli di questo tipo hanno molto mercato. Una nuova Giulietta, ovviamente radicalmente modificata rispetto al modello attuale, sarebbe perfetta per affiancare il SUV Tonale nel segmento C del mercato rilanciando le attuali asfittiche vendite dalla casa milanese.

La vettura che da sola per tanti anni ha retto le vendite di Alfa Romeo sul mercato dunque sembra ancora avere le carte in regola per continuare ad esistere. Questo il futuro CEO di Stellantis Carlos Tavares lo terrà sicuramente in considerazione quando redigerà il nuovo piano industriale del celebre marchio automobilistico italiano che ovviamente non potrà avere una gamma formata da soli SUV. Per un brand come quello del Biscione la cosa non avrebbe alcun senso. Un dirigente esperto come Tavares questo lo sa.