Si parla da anni dell’arrivo nella gamma della casa automobilistica del Biscione di una nuova Alfa Romeo Alfetta. La vettura era stata inserita da Sergio Marchionne nel famoso piano industriale di alcuni anni fa, quando sembrava che la gamma del popolare marchio milanese sarebbe stata completamente rivoluzionata con l’arrivo di almeno 7 nuovi modelli a cominciare dalla berlina di segmento D Alfa Romeo Giulia.

Grazie a PSA la nuova Alfa Romeo Alfetta arriverà?

In realtà poi le cose sono andate diversamente, i piani di Alfa Romeo sono stati cambiati tante volte e adesso sappiamo che di sicuro oltre all’arrivo di Alfa Romeo Tonale vi è solo quello di un altro crossover di segmento B.

Invece di una nuova Alfa Romeo Alfetta si sono perse le tracce. Tuttavia le cose potrebbero cambiare ancora nei prossimi anni. Tra fine anno e l’inizio del 2021 infatti la fusione tra Fiat Chrysler Automobiles e il gruppo francese PSA si dovrebbe completare.

Questa fusione tra i due gruppi, che darà origine ad uno dei più grandi produttori di auto al mondo, potrebbe favorire, tra le altre cose, l’arrivo di una nuova Alfa Romeo Alfetta. Infatti Alfa Romeo potrebbe beneficiare di una delle piattaforme del gruppo francese, che tra le sue auto annovera alcune berline di grandi dimensioni.

Si tratterebbe della nuova ammiraglia del Biscione, un modello che potrebbe avere mercato in paesi quali Cina e Stati Uniti dove ancora oggi le berline di grandi dimensioni hanno mercato. Questo nonostante la moda dilagante dei SUV. La nuova Alfa Romeo Alfetta dovrebbe avere un design simile a quello degli ultimi modelli presentati dal marchio milanese.

Nel caso realmente la vettura venisse proposta in futuro, sarebbe sicura la presenza in gamma di versioni ibride. L’auto rappresenterebbe il non plus ultra del lusso e della tecnologia all’interno della gamma della casa automobilistica italiana che fa parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Vedremo dunque nei prossimi anni se arriveranno novità importanti a proposito di questo atteso modello.