Notre Dame, Tim Cook: «Apple contribuirà alla ricostruzione»

Apple contribuirà alla ricostruzione di Notre Dame, devastata dall’incendio del 15 aprile 2019: a dirlo Tim Cook attraverso il proprio profilo Twitter.

Notre Dame, Tim Cook: «Apple contribuirà alla ricostruzione»

L’incendio di Notre Dame del 15 aprile 2019 ha colpito da vicino la Francia e tutto il mondo, tra cui Tim Cook: l’amministratore delegato Apple ha dichiarato tramite un tweet che Cupertino contribuirà alla ricostruzione della storica cattedrale parigina.

Apple scende in prima linea per ricostruire Notre Dame, preservando così 850 anni di storia unendosi al progetto (in un modo non ancora meglio specificato).

Il rogo divampato a Notre Dame ha danneggiato il famosissimo monumento per 15 lunghe ore in cui i vigili del fuoco sono stati impegnati nel tentativo di domare le fiamme in quella che, per via della struttura stessa della basilica, è stata un’operazione delicata.

Apple si unirà quindi alle donazioni per la ricostruzione di Notre Dame, un progetto che coprirà i prossimi anni e che avrà costi non indifferenti. Ecco tutti i dettagli.

Scopri Apple: tutte le novità in uscita nel 2019

Apple contribuirà alla ricostruzione di Notre Dame

Le dichiarazioni di Tim Cook sono state diffuse tramite il proprio profilo Twitter ufficiale:

“Abbiamo il cuore spezzato per il popolo francese e per tutto il mondo per il quale Notre Dame è un simbolo di speranza. Sono sollevato nel sapere che sono tutti al sicuro. Apple contribuirà agli sforzi di ricostruzione per aiutare a ripristinare il prezioso patrimonio di Notre Dame per le generazioni future”.

Non è ancora chiaro in che misura e con quale somma Apple contribuirà alla ricostruzione del monumento francese, ma è chiara la solidarietà da parte di tutto il mondo verso Notre Dame, le cui cause dell’incendio non sono state ancora del tutto chiarite. Nel corso dei prossimi giorni sapremo sicuramente qualcosa in più riguardi all’impegno di Apple nel restauro della cattedrale, probabilmente attraverso un comunicato ufficiale.

Prima dell’incendio i costi del restauro erano stimati a circa 150 milioni di euro: Apple si unisce alla lunga fila di benefattori d’eccezione, composta attualmente da Kering e Lymh e dalla Banca Centrale Europea. Altri colossi del mondo tech si uniranno nel progetto di ricostruzione? Tim Cook potrebbe aver indicato la via, maggiori risposte si avranno nei giorni a venire.

Leggi anche YouTube: l’incendio di Notre Dame come l’11 settembre

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Apple

Argomenti:

Apple Tim Cook

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.