Non sei laureato? Puoi lavorare in Tesla. Ecco perché

Se non sei laureato puoi lavorare in Tesla e a dirlo è proprio Elon Musk in un annuncio di lavoro pubblicato da lui stesso su Twitter. Vediamo perché e come candidarsi.

Non sei laureato? Puoi lavorare in Tesla. Ecco perché

Se non sei laureato ma conosci bene l’intelligenza artificiale puoi lavorare in Tesla. Il perché è molto semplice: lo ha deciso il suo fondatore.

Un messaggio su Twitter molto stravagante di Elon Musk, il genio delle macchine a intelligenza artificiale, ha pubblicato un’offerta di lavoro proprio sul suo profilo social.

Un annuncio di lavoro introdotto con 280 caratteri e successivi commenti al messaggio con maggiori specifiche e tra queste la non necessità di possedere una laurea o un dottorato per lavorare con Musk. Abbiamo visto che quello dello specialista dell’Intelligenza artificiale è uno dei lavori digital più richiesti.

Scopriamo ora come si può lavorare in Tesla senza laurea e perché non è poi così importante per il suo fondatore.

Lavorare in Tesla senza essere laureato si può: ecco perché

Elon Musk ritiene che lavorare in Tesla senza essere laureato si può e questo perché il titolo di studio non è così importante se si conosce l’intelligenza artificiale e il machine learning.

Strano (o forse no) che a fare un annuncio di questo tipo sia il genio stravagante di Elon Musk che di lauree ne ha due, una in fisica e una in economia, conseguite rispettivamente al College of Arts and Sciences e alla Wharton School of Business dell’Università della Pennsylvania.

Queste certo gli hanno permesso di arrivare dove è ora, ma per Musk oltre il titolo di studio e il background personale servono anche e soprattutto un pizzico di follia, intraprendenza e genialità.

Nel Tweet dell’annuncio di lavoro ha scritto Musk: “In Tesla usare l’intelligenza artificiale per la guida autonoma non è la ciliegina sulla torta, ma la torta stessa”. Nei commenti al suo stesso post ha aggiunto: “Il percorso formativo è irrilevante, l’importante è saper passare i test di coding”.

Non è la prima volta che per lavorare in Tesla non si tenga conto del background culturale, se il candidato sia laureato o meno. Qualche tempo fa Musk ha infatti assunto un social media manager semplicemente perché aveva postato la foto di una pecora sulla pagina di un museo inglese.

Come candidarsi per lavorare in Tesla

Nell’annuncio su Twitter per lavorare in Tesla, Musk ha spiegato anche come candidarsi. Anche senza una laurea ci si può candidare attraverso una procedura telematica.

Andando sulla pagina di Tesla “autopilot” in basso c’è un piccolo form da compilare. Il form non è quello tradizionale che ci si aspetta per una qualsiasi application e a cui molti giovani sono abituati. Per lavorare in Tesla e candidarsi basta infatti rispondere a una semplice domanda:

What exceptional work have you done in software, hardware or AI? vale a dire: “Quale eccezionale lavoro hai fatto in campo software, hardware o dell’Intelligenza artificiale?”

Bisogna rispondere, inserire nome e cognome e l’indirizzo e-mail e allegare un riassunto delle esperienze (resume) vale a dire una sorta di curriculum vitae.

Basta premere «Apply» e la candidatura è inviata. Come ha precisato Musk nel suo Tweet: "Risponderai a me direttamente, ci incontreremo e ci parleremo quasi tutti i giorni via e-mail.”

Un modo alternativo e originale per candidarsi e un’opportunità per chi è laureato e non di lavorare nell’industria del futuro.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Assunzioni

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.