Modulo PLF per le vacanze all’estero: cos’è e quali Paesi lo richiedono

Giorgia Bonamoneta

19/07/2021

20/07/2021 - 08:24

condividi

Per poter viaggiare in Europa il green pass non sembra bastare. In molti paesi è richiesto un certo «modulo PLF» o una dichiarazione alternativa in aggiunta alla certificazione della negatività.

Modulo PLF per le vacanze all'estero: cos'è e quali Paesi lo richiedono

Non finisce più la lista dei disagi per i turisti di questa estate 2021. Dopo aver paventato la possibilità di un green pass per entrare nei ristoranti (in stile francese) e i ritardi nelle vaccinazioni che hanno rimandato le prime dose dei più giovani ad agosto inoltrato, nessuno aveva voglia di finire in un ulteriore ritardo. E invece.

Da alcuni giorni gli aeroporti si sono riempiti di turisti in attesa. I voli per la Grecia ci sono, a mancare è il modulo PLF. Che cos’è? Neanche i tanti italiani che aveva prenotato il volo per Mykonos lo sapevano.

Cerchiamo quindi di capire che cos’è il modulo PLF, quali sono le regole da rispettare per la compilazione e quali Paesi dell’EU lo richiedo all’ingresso e all’uscita.

Cos’è il modulo PLF e a cosa serve?

Il modulo PLF (Passenger Locator Forms) è stato inserito nelle misure varate dalla Commissione Europea il 17 marzo 2021. Non una novità, ma della sua esistenza in molti erano rimasti all’oscuro. Ignoranza? In Italia è stata fatta molta informazione sulla necessità di procurarsi il green pass e quasi per nulla sul modulo PLF, anche se la compilazione obbligatoria è stata introdotta a partire dal 16 aprile 2021. Vediamo insieme di capire cos’è e a cosa serve.

Il modulo PLF è un modulo di localizzazione digitale (pdf o qr code) al cui interno sono trascritte tutte le informazioni utili per localizzare e monitorare possibili contagi e focolai. Serve quindi alle autorità sanitarie per avvertire i viaggiatori dell’avvenuto contatto con un positivo. Ricorda la funziona che aveva l’ormai morta app Immuni.

Come compilarlo

Il modulo di localizzazione deve contenere nome e cognome del viaggiatore, il numero del documento, un recapito telefonico e l’indirizzo di residenza o domicilio nazionale. Inoltre vanno aggiunte le informazioni di: mezzo di trasporto, altre informazioni sul viaggio come l’arrivo previsto, gli alloggi, chi sono i compagni di viaggio e un contatto di emergenza.

Quali sono le regole

Il modulo PLF può essere richiesto per l’ingresso in qualsiasi Paese europeo. Per conoscere le regole del luogo dove si intende viaggiare si deve visitare il sito specifico del turismo e seguire le indicazioni.

In generale, ecco alcune regole:

  • il PLF può essere richiesto su qualsiasi mezzo di scelga di viaggiare: auto, aereo, nave, treno o autobus;
  • una famiglia deve compilare un singolo modulo, inserendo i dati di ciascun membro. La stessa regola vale per i gruppi che alloggeranno nello stesso luogo;
  • se il viaggio prevede lo spostamento da uno Stato all’altro è meglio compilare un modulo PLF a ogni attraversamento di confine;
  • al rientro in Italia si deve compilare nuovamente il modulo;
  • il modulo PLF deve essere compilato in anticipo e, se il Paese lo richiede, deve essere inviato almeno entro le 23.59 del giorno precedente.

La lista dei Paesi dove serve il modulo PLF

Ecco una carrellata veloce dei Paesi dove serve o non serve presentare il modulo di localizzazione in ingresso e in uscita.

Con modulo PLF

  • Belgio;
  • Cechia;
  • Grecia;
  • Irlanda;
  • Italia;
  • Malta;
  • Portogallo.

Senza modulo PLF. In alcuni casi è prevista la registrazione sul sito del turismo della Nazione o la compilazione di un’autocertificazione:

  • Austria (c’è un modulo apposito);
  • Cipro;
  • Bulgaria;
  • Croazia (c’è un modulo apposito);
  • Danimarca;
  • Estonia (c’è modulo apposito);
  • Finlandia;
  • Francia (c’è dichiarazione personale);
  • Germania (c’è modulo apposito);
  • Islanda (c’è modulo apposito);
  • Lettonia (c’è modulo apposito);
  • Liechtenstein;
  • Lituania (c’è modulo apposito);
  • Lussemburgo;
  • Norvegia;
  • Paesi Bassi (c’è dichiarazione personale);
  • Polonia;
  • Slovacchia (solo le persone vaccinate);
  • Slovenia;
  • Spagna (c’è modulo apposito);
  • Svezia;
  • Svizzera (c’è modulo di iscrizione);
  • Ungheria.

Non ancora classificati

  • Romania.

Iscriviti a Money.it