Mazda ha deciso di apportare importanti cambiamenti alla sua gamma. La casa automobilistica giapponese ha infatti deciso di eliminare i motori diesel dalla gamma dei suoi modelli. I primi a farne le spese già nel 2021 saranno la Mazda6 e la CX-5. Infatti a quanto pare queste due auto a partire dal prossimo anno non disporranno più questa tecnologia nella gamma dei loro rispettivi motori.

In Europa nel 2021 anche Mazda6 e MAzda CX-5 salutano il diesel

La Mazda6 in versione con motore Skyactiv-D da 2,2 litri che eroga potenze massime di 150 e 184 CV dunque uscirà di scena nel nostro continente. Anche in questo caso la scelta del produttore nipponico è dovuta fondamentalmente ad una questione legata al rispetto dei limiti di emissione di CO2.

Mazda ha detto chiaramente che in seguito a tali limiti che ogni anno si fanno sempre più restrittivi è necessario apportare una serie di modifiche al blocco per superare gli esigenti limiti di emissioni di CO2 che entreranno in vigore nel 2021.

Stessa sorte toccherà anche a Mazda CX-5. La gamma della vettura di segmento D perde così anche l’opzione con trazione integrale che era prevista solo con i motori diesel. L’eliminazione del motore diesel in Mazda non è una novità. Già questa tecnologia negli scorsi anni era stata eliminata nelle auto più piccole che il costruttore giapponese ha nella sua gamma.

Insomma diventa sempre più difficile la situazione del diesel in Europa con sempre più case automobilistiche che preferiscono farne a meno piuttosto che spendere tanti soldi per sviluppare nuovi motori rispettosi dei limiti sulle emissioni di CO2 che sono sempre più difficili da soddisfare e che inevitabilmente spingono i produttori all’elettrificazione delle rispettive gamme.