Mascherina in auto sì o no? Le regole per chi guida

È giusto o necessario indossare la mascherina in auto, anche se si è da soli? Ecco le istruzioni anti-contagio per chi guida.

Mascherina in auto sì o no? Le regole per chi guida

Bisogna mettere la mascherina in auto? Con l’aggravarsi dell’emergenza COVID-19 sempre più persone sentono il dovere di indossare la mascherina per proteggere se stesse e gli altri dal contagio, e farlo quando si è alla guida della propria vettura, senza passeggeri a bordo, appare un comportamento bizzarro.

Ricordiamo che per il momento in Italia non vige l’obbligo di mascherina, e il Ministero della Salute spiega che ne è raccomandato l’uso “se sospetti di aver contratto il virus e presenti sintomi come tosse o starnuti, o se ti prendi cura di una persona malata o con sospetta infezione”.

Ma quali sono le norme di sicurezza che dovrebbe adottare un guidatore per evitare il contagio da Covid-19? Hanno risposto a queste domande Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss), e l’Osservatorio per l’Educazione alla Sicurezza Stradale della Regione Emilia.

Coronavirus, è utile indossare la mascherina in auto?

Silvio Brusaferro non ha dubbi a riguardo: per chi guida da solo in macchina la mascherina risulta una misura assolutamente “non giustificata”.

Bisogna dimensionare correttamente il tipo di rischio: guidare da soli con guanti e mascherina credo che con i presupposti ormai condivisi non sia un elemento particolarmente giustificato. Viceversa se uno viaggia in macchina affollata e con sintomi respiratori è adeguato perché protegge da contagio” ha dichiarato il presidente dell’Iss.

In questo periodo di panico e di paura del contagio, l’unico consiglio di Brusaferro a tutti quanti è semplicemente quello di rispettare le misure di sicurezza già in vigore per evitare la diffusione del coronavirus e rallentare la curva del contagio.

L’auto è fonte di contagio? Rischi e consigli per chi guida

Dato il timore diffuso tra gli automobilisti di poter contrarre il virus tramite le superfici contaminate della propria automobile, anche l’Osservatorio per l’Educazione alla Sicurezza Stradale della Regione Emilia ha deciso di intervenire per dare alcuni consigli utili.

La regola base è lavarsi le mani, soprattutto “dopo aver toccato il volante, la leva del cambio, il cruscotto e la maniglia della portiera”. Bisogna prestare massima attenzione per la possibilità di trasmissione del virus dalla macchina alla mano del guidatore. Cautela dunque a non portarsi le mani alla bocca o al naso, oppure a strofinarsi gli occhi dopo aver toccato la vettura.

Consigli da tenere a maggior ragione presenti se l’auto utilizzata non è la propria, quindi se si fa uso di una macchina a noleggio, di car sharing o di un taxi. Nei primi due casi, l’Osservatorio consiglia di pulire attentamente le strutture della vettura nei posti dove possono essere andare a finire goccioline di saliva, facendo uso di guanti usa e getta e di un disinfettante appropriato.

Il volante delle auto infatti pare sia fra gli oggetti più sporchi del mondo, addirittura quattro volte di più della tavoletta di un wc pubblico. Attualmente quindi risultano davvero ottime le ragioni per utilizzare guanti monouso al distributore e lavarsi le mani subito dopo aver fatto il pieno col self-service.

Altri consigli utili dell’Osservatorio inoltre sono: “sostituire i filtri dell’aria condizionata e disinfettarli con gli appositi spray per ridurre i batteri aerobici che circolano nell’abitacolo; usare l’aspirapolvere sulla tappezzeria e lavarla con gli appositi prodotti detergenti, prestando particolare attenzione ai tappetini dell’auto; per una pulizia in profondità, togliere anche il filtro dell’aria, e sanificare anche le bocchette e i tubi che mettono in circolo l’aria stessa”.

Coronavirus, quando indossare la mascherina

L’Organizzazione mondiale della sanità ribadisce che tale dispositivo non serve davvero se non in casi specifici. Appare ovvio che le maschere siano di importanza cruciale per gli operatori sanitari e di assistenza sociale che devono occuparsi dei loro pazienti. Tale dispositivo infatti funge infatti da barriera fisica tra il paziente e il medico o infermiere.

Se si allarga il discorso all’intera popolazione, il loro impiego è consigliato per chi si prende cura di un malato contagiato. Allo stesso modo, per limitare la trasmissione del virus attraverso le goccioline di saliva infette, chi ha i sintomi da Covid-19 o gli è stato di fatto diagnosticato, deve indossare una maschera per proteggere gli altri.

In altre situazioni, quando si può presentare la possibilità che nello stesso posto ci siano molte persone malate (magari ignare di esserlo) e non si dovesse riuscire a mantenere la giusta distanza, una mascherina, se del tipo giusto e se indossata in maniera corretta, può essere efficace per evitare il contagio.

Iscriviti alla newsletter Motori per ricevere le news su Automobili

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.