Legge Elettorale, accordo a rischio

Vittoria Patanè

3 Marzo 2014 - 15:41

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Renzi e Alfano prendono in considerazione una nuova proposta sulla Legge Elettorale che prevede che l’Italicum venga scollegato dalle riforme costituzionali e valga solo per la Camera. Palazzo Madama per Matteo Renzi, a quanto pare è una questione già chiusa.

Lo scopo di questo compromesso sarebbe quello di approvare l’Italicum nel giro di due mesi, ma Forza Italia non ci sta:

"Cambiare la legge elettorale solo per la Camera creerebbe solo caos, caos che la Corte costituzionale non potrà far altro che dichiarare illegittimo alla prima occasione.

Queste le parole di Renato Brunetta, che continua:

«non è concepibile ripensare il sistema elettorale per un solo ramo del parlamento, e non possiamo credere che il presidente della Repubblica possa firmare una legge che prevede una riforma della legge elettorale a metà».

L’idea arriva da una proposta di Alfredo D’Attorre, deputato PD. Domani la Legge Elettorale tornerà in aula. E siamo sicuri che ne vedremo delle belle.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories