Uno stipendio-bonus fino a 3.500 euro ai dipendenti Lavazza, nonostante il Covid

Laura Pellegrini

4 Marzo 2021 - 11:13

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Nonostante la crisi pandemica portata dal coronavirus, Lavazza ha deciso di concedere ai dipendenti uno stipendio bonus fino a 3.500 euro: ecco i fortunati.

Uno stipendio-bonus fino a 3.500 euro ai dipendenti Lavazza, nonostante il Covid

Sono molte le aziende italiane che, nonostante il periodo difficile a causa del Covid, hanno deciso di elargire ai propri dipendenti uno stipendio bonus. Questo è il caso del Gruppo Lavazza, per esempio, che ha stabilito uno stipendio bonus per i collaboratori degli stabilimenti di Torino, Gattinara (Vercelli) e Pozzilli (Isernia).

Ma come Lavazza anche altre aziende italiane, ad esempio Ferrari, Barilla e De’ Longhi, hanno introdotto nuovi bonus per i lavoratori che hanno dimostrato impegno e passione, anche nel periodo più duro della pandemia di coronavirus.

Lavazza, stipendio bonus ai dipendenti: ecco la cifra

La crisi economica portata dal Covid ha colpito tutti i settori produttivi, ma alcuni più di altri sono riusciti a riprendersi velocemente. Il Gruppo Lavazza, per esempio, non ha mai smesso di investire in attività di formazione o nella comunicazione interna, arrivando a introdurre in azienda lo sportello “Ti ascolto” dedicato a tutti i collaboratori che ne avranno bisogno.

Oltre a questo, Lavazza aveva anche elargito un piccolo bonus da 500 euro a marzo 2020 per sostenere i dipendenti che si sono trovati bloccati a causa del lockdown introdotto a livello nazionale.

Di nuovo, per riconoscere l’impegno e la dedizione dei lavoratori stessi durante l’emergenza Covid, Lavazza ha elargito un bonus da 3.500 euro a più di 600 collaboratori di Torino e Gattinara, mentre per lo stabilimento di Pozzilli - specializzato nel processo di decaffeinizzazione naturale del caffè - e al Centro direzionale di Torino, sono stati assegnati stipendi bonus da 2.500 euro. In quest’ultimo centro, in particolare, lo smartworking era già stato attivato da due anni, ma a causa del Covid è stato incrementato al 100%.

I lavoratori beneficiari del bonus in busta paga potranno scegliere di ricevere il compenso in denaro oppure usufruirne tramite servizi Welfare per la propria famiglia, con un ulteriore 10% offerto dall’azienda.

I progetti di Lavazza nonostante il Covid

Per il Gruppo Lavazza, realtà globale con il cuore in Italia, la principale risorsa sono da sempre i collaboratori, detentori delle competenze, delle capacità e della passione con cui contribuiscono quotidianamente alla crescita del Gruppo”, ha sottolineato Enrico Contini, chief human resources officer di Lavazza. Di qui, la necessità di riconoscere, con un premio, “gli obiettivi raggiunti e lo straordinario lavoro svolto dalle nostre persone che hanno garantito con continuità, anche in un anno segnato dall’emergenza sanitaria, la produzione, la qualità e la disponibilità dei nostri prodotti ”.

Il Gruppo Lavazza, inoltre, è sempre stato attivo sul territorio per sostenere la ripresa dell’economia e di alcuni comparti in particolare. Come ricorda l’azienda stessa in una nota, Lavazza ha stanziato 10 milioni di euro a sostegno di sanità, scuola e fasce deboli della Regione Piemonte. A ciò occorre aggiungere ulteriori 2,5 milioni di euro elargiti a supporto delle comunità locali, sia in Italia sia all’estero.

In questo modo ha voluto lanciare un segnale positivo, insieme a tutti i collaboratori e alle loro famiglie, e stabilire un impegno concreto. Dalla sua fondazione, nel 1895, il Gruppo Lavazza è divenuto leader nella produzione di caffè ricavando un fatturato - nel 2019 - pari a 2,2 miliardi di euro.

Anche quest’anno siamo tra le migliori aziende in Italia secondo Top Employers - ha proseguito Contini -. La certificazione ottenuta sottolinea il successo del nostro modello di HR orientato al futuro, al digitale, alla cura e attenzione per le persone, ancor di più in un momento complesso come quello che stiamo vivendo”.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories