La truffa della SIM che ti fa perdere tutti i soldi in banca

Con i social network, basta poco per carpire abbastanza informazioni online per rubare l’identità dell’utente, clonare la sim e svuotare il conto corrente

La truffa della SIM che ti fa perdere tutti i soldi in banca

Informazioni personali: sono questi gli unici elementi su cui si basa la truffa della SIM, anche detta Swap Scam. Per i malviventi basta ottenere alcuni dati sull’ignaro utente, fra cui il numero di telefono e la banca di riferimento, per svuotare un conto corrente. Ecco come funziona la tecnica della “SIM card swapping” e come tutelarsi.

Per incrementare la sicurezza dei conti correnti, molte banche utilizzano autenticazioni che prevedono l’invio di sms al numero di cellulare dell’utente. I truffatori hanno sviluppato un modo di aggirare tale sistema attraverso la clonazione della SIM.

Come funziona la truffa della SIM che svuota i conti correnti

La Swap Scam è abbastanza pericolosa perché può essere messa in pratica ottenendo delle semplici informazioni pubbliche, ad esempio quelle che tutti noi diffondiamo sui social network.

Il truffatore, ottenuto il numero di cellulare, chiede al provider dei servizi di telefonia la portabilità del numero verso una nuova scheda SIM di un altro Gestore. Dato che ormai è tutto fattibile via voce, il malintenzionato prende possesso del numero di telefono fingendo di essere il proprietario: gli basta fornire le informazioni carpite online, qualora fossero sufficienti.

Un primo - non indifferente disagio - consiste quindi nella perdita del proprio numero. Ma naturalmente non finisce qui.

Leggi anche: Come evitare i rischi di furti online

A questo punto, dato che molte applicazioni per smartphone utilizzano i messaggi di testo per cambiare le password, il truffatore tenta di cambiare i codici di accesso alle email e ai vari account di banche, negozi online, social media, etc.

Dopodiché si procede a svuotare i conti correnti di tutti i fondi e beni disponibili. Il tutto, avverte la polizia statunitense che per prima ha scoperto la truffa, avviene piuttosto velocemente.

Clonazione SIM, come proteggere il conto bancario

Queste le raccomandazioni per proteggersi dalla truffa della clonazione della SIM:

  • chiedere al proprio gestore telefonico delle misure di sicurezza extra;
  • non rispondere ad email che chiedono informazioni personali o password;
  • evitare di condividere sui social network o sui forum informazioni come data di nascita, codici identificativi (carta, patente, etc.), nome dell’animale domestico, albero genealogico;
  • non usare la stessa password per diversi account online;
  • se si perde la possibilità di utilizzare il proprio numero di telefono, contattare immediatamente il proprio gestore e la banca.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Truffa

Condividi questo post:

1 commento

foto profilo

Cristina Ciccarelli • 3 mesi fa

Un altra strategia contro i o le maleintenzionate dicasi gente truffa è quella di inserire dati identificativi falsi, è utile anche contro le ingerenze verbali. La gente truffa si avvale sempre di un ’esperto informatico’ che devia anche i famosi indirizzi id, sono state denunciate molte truffe correlate al furto dell’identità che è uno dei più vecchi e conosciuti reati contro la persona ed il suo patrimonio, conosciuti come il metodo truffa cd Ponzi o piramidale.

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.