John Elkann: accordo FCA-PSA nel 2019, causa GM senza fondamento

Rapporti con PSA, le accuse di GM e il futuro della Juventus. Tanti gli argomenti toccati da John Elkann nel corso dell’Investor Day di Exor.

John Elkann: accordo FCA-PSA nel 2019, causa GM senza fondamento

Un John Elkann a tutto campo quello che oggi ha presenziato l’Investor Day di Exor. Prima le singole aziende del gruppo, Fiat Chrysler e la Juventus su tutte, poi il futuro del gruppo nel suo insieme.

FCA: John Elkann, memorandum con PSA entro fine anno

Per quanto riguarda il pezzo forte, FCA, John Elkann si è detto fiducioso che entro la fine del 2019 possa essere firmato un accordo per l’integrazione con PSA.

«Da come stanno lavorando i team di FCA e di PSA, posso dire che da qui a fine anno ci sarà la firma di un memorandum vincolante», ha detto il presidente e Ceo di Exor.

La scelta di PSA è legata al fatto che il gruppo francese è quello che presenta la maggior profittabilità in Europa". “Abbiamo rafforzato il nostro impegno sull’auto. Exor sarà azionista di riferimento. Potremo assicurare stabilità proprietaria all’azienda“.

John Elkann: causa GM? Dispiace per accuse a Marchionne

Per quanto riguarda la causa intentata da General Motors, che ha avviato un’azione legale relativa al costo del lavoro, è stata definita “priva di fondamento”.

John Elkann si è detto rammaricato che “accuse false siano state rivolte a una persona come Sergio Marchionne che ha fatto così tanto per il gruppo e che non è qui con noi per potersi difendere" (FCA, l’accusa di GM: “Marchionne ha corrotto il sindacato”).

Juventus: John Elkann, risorse per continuare a primeggiare

Capitolo Juventus, sotto i riflettori a causa dell’aumento di capitale: «abbiamo voluto –ha detto John Elkann - dare alla Juventus le risorse necessarie affinché sia leader mondiale non solo oggi, ma anche domani».

«La Juventus è leader nel mondo del calcio, un settore in grande cambiamento. Abbiamo assicurato alla società risorse e solidità per prendere parte a questo cambiamento che sta avvenendo in Europa».

Exor: John Elkann, due gli obiettivi per il prossimo decennio

Ultima parte dedicata alla holding. Nel corso dell’Investor Day di Exor, John Elkann ha detto che entro il 2022 avrà complessivamente 3,6 miliardi per investimenti, di cui circa 1,6 miliardi in arrivo dal provento straordinario previsto dall’operazione FCA-PSA.

Tutto l’eventuale dividendo straordinario «sarà dedicato ad acquisizioni».

In dieci anni le azioni Exor sono passate da 5,8 ai quasi 70 euro attuali (68,62 euro, -2,8%). «Chi ha fatto un investimento di 1 euro ne ha avuti indietro 10, dunque siamo molto orgogliosi di questo risultato e siamo molto contenti di aver avuto in questo decennio tante persone, anche investitori istituzionali, che ci hanno sostenuto e creduto».

Due gli obiettivi, ha rimarcato John Elkann, per i prossimi 10 anni: nuove acquisizioni e riduzione del debito.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Exor S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \