Investor Conference “Mid & Small in Milan”: intervista a Valeriano Salciccia (Salcef)

Antonella Coppotelli

3 Dicembre 2021 - 14:35

condividi

All’Investor Conference del “Mid & Small in Milan” il comparto delle manutenzioni reti ferroviare è rappresentato da Salcef. Ai nostri microfoni Valeriano Salciccia, CEO.

Investor Conference “Mid & Small in Milan”: intervista a Valeriano Salciccia (Salcef)

Moderno, digitale e sostenibile: è quanto si legge nel PNRR nel capitolo dedicato alle Infrastrutture e nello specifico nella Missione 3 che, da piano, dovrà completarsi entro il 2026. Il tutto è strettamente correlato anche alla sfida della decarbonizzazione connessa con gli obiettivi di Green Deal delle Nazioni Unite. Un obiettivo estremamente importante da raggiungere se pensiamo allo stato delle nostre infrastrutture che evidenziano significative differenze e carenze non solo tra Nord e Sud ma anche tra aree interne e rurali. Questo comporta che una parte significativa della popolazione è letteralmente tagliata fuori da tutta una serie di sevizi e acuisce una stagnazione economica non di poco conto che va a toccare anche altri ambiti: pensiamo per esempio ai tempi raddoppiati per il trasporto merci in una zona non servita adeguatamente o all’impossibilità di accelerare sul turismo e sulla cultura per quei siti italiani densi di storia o di bellezza naturali ma totalmente sprovvisti di collegamenti. I fondi messi a disposizione non sono banali, parliamo di quasi 32 miliardi di euro e il lavoro da fare è tanto.

Ne abbiamo parlato con Valeriano Salciccia, CEO di Salcef Group, eccellenza italiana nel settore ferroviario.

PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA
Documento completo del PNRR.

Domanda: Come ha performato Salcef nel corso del 2021?
Risposta: Salcef ha performato molto bene, anche rispetto a quelle che erano le nostre aspettative, con una crescita organica del fatturato di circa il 16% rispetto all’anno precedente, al netto delle acquisizioni e di quello che è stato il recupero del fatturato perso a causa del Covid nel 2020. Quindi una crescita molto positiva con marginalità mantenute.

D: Quali sono le prospettive per il comparto delle infrastrutture per il 2022 anche grazie all’immissione di liquidità prevista dal PNRR?
R: Anche in questo caso le prospettive sono ottimali a mio avviso, perché da un lato il Recovery Plan previsto per il nostro settore, quello ferroviario, è stimato a circa 31,5 miliardi di euro, stando alla Missione 3 legata alla mobilità sostenibile.

A questo vanno ad aggiungersi tutta una serie di altri fondi definiti con accordo di programma tra RFI (Rete Ferroviaria Italiana) e Governo italiano che dovrebbero portare altri circa 18 miliardi di euro. Quindi dal 2022 al 2026 il comparto potrà beneficiare dei fondi del Recovery Plan e l’effetto benefico poi potrà continuare anche grazie agli altri fondi previsti e appena citati.

Assisteremo quindi a una crescita notevole, passando dai circa 5 miliardi di euro stanziati normalmente ogni anno ai circa 10 miliardi di spesa annua media rendicontata a favore degli investimenti per RFI.

D: Il mercato ferroviario globale è in forte espansione. Quanto l’innovazione tecnologica fanno la differenza per la scelta del player giusto?
R: L’innovazione tecnologica fa certamente fa la differenza, perché operiamo in un settore infrastrutturale da un lato, ma ad alta tecnologia dall’altro. La nostra azienda lavora su una nicchia di mercato, occupandosi della costruzione dell’infrastruttura e sovrastruttura e di impianti non convenzionali.

Quindi la tecnologia, a mio avviso, è assolutamente importante e ci aiuta non solo a eseguire il “normale standard” previsto, ma anche a proporre qualcosa di nuovo. Salcef investe in Ricerca e Sviluppo, sia per quanto riguarda la proposta di nuovi materiali e/o soluzioni alternative che vengono proposte ai committenti sia per i macchinari, cercando di assicurare sempre il massimo del rendimento e dell’innovazione. In quest’ultimo caso siamo specializzati attraverso un impianto specifico sito a Fano (PU) dove viene effettuata la progettazione e la susseguente la produzione di mezzi ferroviari, utilizzati in proprio o venduti/noleggiati a terzi.
La tecnologia è quindi fondamentale e imprescindibile.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.