Invalidità all’80%: quali benefici economici spettano?

La normativa italiana riconosce diverse agevolazioni economiche agli invalidi civili, in base alla percentuale di disabilità ed al possesso dei requisiti stabiliti.

Invalidità all'80%: quali benefici economici spettano?

Agli invalidi civili è possibile accedere non solo all’assegno di invalidità civile ma anche all’assegno ordinario di invalidità. In ogni caso è necessario essere in possesso di determinati requisiti sanitari a cui si sommano quelli reddituali per la pensione di invalidità e contributivi per l’assegno ordinario di invalidità.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Buona sera sono M. da Bari, ho 55 anni e non lavoro perché licenziato da 8 anni , ho invalidità del 80% ma non ho mai chiesto assegno ,ho diritto vista la mia situazione economica ( sposato con tre figli ) con lo stipendio solo di mia moglie ( circa 28 Mila euro anno) ad un Assegno ? Come fare ? Grazie”

Benefici economici invalidità 80%

I benefici economici che potrebbero spettare con una invalidità civile all’80% sono molteplici ma non basta solo la percentuale di invalidità per poterne fruire.

Già con il 67% di invalidità civile, infatti, si potrebbe richiedere l’assegno ordinario di invalidità, calcolato sui contributi effettivamente versati. Nel suo caso, però, non è possibile perchè il beneficio richiede che il richiedente abbia versato almeno 5 anni di contributi ma che almeno 3 di questi anni siano stati accreditati nel quinquennio precedente la domanda, e lei è disoccupato da 8 anni. Non possedendo il requisito contributivo, quindi, l’assegno ordinario di invalidità non può richiederlo.

Per gli invalidi civili con percentuale compresa tra il 74% ed il 99%, poi, spetta anche la pensione di invalidità civile.

Questo assegno mensile, dell’importo di 286 euro per tredici mensilità, spetta solo agli invalidi civili che si trovino in stato di disoccupazione e che non superino determinati limiti di reddito annui. Per il 2020 l’invalido che richiede il beneficio non deve avere redditi superiore ai 4926,35 euro.

Se i suoi redditi personali, di qualsiasi natura, quindi, non superano il limite sopra riportato può richiedere la pensione di invalidità civile per invalidi parziali, visto che in questo caso i redditi del coniuge sono rilevanti solo ai fini della maggiorazione sociale.

Tale trattamento assistenziale viene erogato solo fino al compimento dei 67 quando di trasforma in pensione di vecchiaia o in assegno sociale.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories