Incentivi auto elettriche in Italia: a fine anno nella Legge di Bilancio

Sono in arrivo gli attesi incentivi sull’acquisto delle auto elettriche: il Governo ha confermato provvedimenti nella Legge di Bilancio.

Incentivi auto elettriche in Italia: a fine anno nella Legge di Bilancio

Gli incentivi per le auto elettriche in Italia sono stati confermati: Michele Dell’Orco, sottosegretario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha ribadito l’impegno del Governo durante la 22esima edizione di Ecomondo, poiché la promozione della mobilità elettrica è una delle linee programmatiche del piano nazionale per l’energia e il clima.

La mobilità a zero emissioni è una realtà già in molti Paesi europei, e l’Italia finora non ha attuato a livello statale alcun tipo di politica che ne agevoli la diffusione, lasciando alle province la libertà di attirare i clienti all’acquisto con esenzioni dal pagamento del bollo.

Al vaglio c’è una strategia triennale di incentivazione per i veicoli elettrici che potrebbe rientrare nei provvedimenti della Legge di Stabilità, quindi entro la fine dell’anno.

L’introduzione di incentivi all’acquisto confermerebbe le proposte fatte durante la campagna elettorale dal Movimento 5 Stelle, poi confluite anche nel piano di Governo Lega-M5S.

Incentivi auto elettriche in Italia

Se nella Legge di Bilancio ci saranno gli incentivi, significa che il Governo sa come reperire i fondi.

Non si conoscono ancora modalità e importi dei contributi per l’acquisto delle automobili elettriche, ma sull’esempio della Germania è possibile ipotizzare incentivi con la rottamazione dei veicoli più datati, dalla classe Euro 3 in giù: chi avrà un’automobile che rientra in questa categoria potrà usufruire del vantaggio economico rottamandola e scegliendone una nuova elettrica.

Gli incentivi potrebbero anche essere elargiti con un sistema “bonus-malus” alla francese, ovvero con agevolazioni calibrate in base al livello di emissioni dell’auto che viene acquistata, quindi validi anche per le ibride oltre che per le elettriche.

Contributi all’acquisto

Dal momento che si tratta delle prime misure per favorire l’acquisto di auto elettriche è possibile che non vengano imposti limiti di potenza o peso, e che il contributo all’acquisto sia identico indipendentemente dal modello.

Per esempio, chi decide di rottamare la propria vecchia auto per acquistare un’elettrica, riceverà lo stesso incentivo sia che la sua scelta ricada sulla Nissan Leaf, sia che invece preferisca la Tesla Model X.

Altrove, come in Germania, sono stati invece messi dei tetti di importo massimo oltre il quale lo Stato non avrebbe elargito il proprio contributo, un provvedimento che è stato chiamato anti-Tesla, dal momento che il costruttore di Palo Alto è stato a lungo e ancora sarà il più caro sul mercato delle auto elettriche.

Il prossimo passo per la mobilità a zero emissioni in Italia sarà quindi la legge di Bilancio.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Auto Elettriche

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.