IPO Coinbase: con il Bitcoin da record l’exchange si prepara al debutto in Borsa

Pierandrea Ferrari

18 Dicembre 2020 - 13:32

18 Dicembre 2020 - 13:44

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Continua la corsa del Bitcoin, ora ben oltre la soglia dei 20.000 dollari. Ma nell’anno che ha resuscitato il settore delle criptovalute si muove anche Coinbase: il debutto in Borsa sarebbe all’orizzonte.

IPO Coinbase: con il Bitcoin da record l'exchange si prepara al debutto in Borsa

Coinbase, la piattaforma di criptovalute made in USA, si prepara all’esordio sui mercati i finanziari.

L’indiscrezione trapela dalla stessa società, che ha annunciato di aver depositato alla SEC – l’ente regolatore preposto alla vigilanza della Borsa – il prospetto relativo alla sua Offerta pubblica iniziale (Ipo). Un passaggio tecnico, questo, che di fatto apre le porte di Wall Street.

È indubbio, tra l’altro, che la mossa di Coinbase sia stata dettata dallo stato di salute di cui godono attualmente le valute virtuali. Il 2020 è stato un anno che ha stracciato anche le aspettative più ottimistiche, con il Bitcoin che continua la sua mirabolante ascesa oltre i 23.000 dollari. Impensabile, solo due anni fa.

Coinbase prepara l’Ipo, esordio in Borsa vicino?

Coinbase è una società statunitense che offre agli utenti una piattaforma per scambiare asset digitali. Fondata a San Francisco da Brian Armstrong e Fred Ehrsman, l’azienda ha visto il suo valore crescere in misura esponenziale in soli otto anni, grazie principalmente al crescente interesse che le valute virtuali hanno saputo riscuotere sui mercati.

Un trend che ha certamente avuto un impatto significativo sulle strategie dei piani alti di Coinbase, ora impegnati nella consueta procedura che precede il battesimo a Wall Street. Il prospetto consegnato alla SEC permetterà a quest’ultima di verificare la congruità del business aziendale con i regolamenti di Borsa.

Secondo le indiscrezioni, Coinbase sarebbe a caccia di una valutazione da 8 miliardi di dollari. Del resto, l’anno in corso - oltre ad aver trainato gli asset digitali - ha visto in gran spolvero anche le Ipo, che nei mercati finanziari statunitensi hanno raccolto poco meno di 200 miliardi di dollari.

Tuttavia, non c’è solo l’odierno trend rialzista a sostenere la bontà dei piani di Coinbase. Certo, il ritmo delle criptovalute nel 2020 ha infiammato i mercati, con il Bitcoin in grado di rompere quota 20.000 dollari per la prima volta nella storia (buone notizie anche per le altre, da Ethereum a XRP). Ma guardando più in là, non mancano gli appigli per sperare in un rally di lungo termine.

Non è un mistero infatti che la Federal Reserve continuerà a mantenere il suo orientamento “dovish” anche sotto l’amministrazione Biden. Questo si traduce in tassi d’interesse ai minimi e in una ciclica iniezione di liquidità per rinfrancare l’economia. E a godere di questa politica accomodante saranno proprio le criptovalute, con gli analisti che continuano a tracciare scenari lusinghieri per il 2021: Coinbase scalda i motori, Wall Street è vicina.

Clicca qui per provare Coinbase

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories