IMU 2022 più bassa per i pensionati: cosa cambia per i residenti all’estero

Anna Maria D’Andrea

10 Gennaio 2022 - 15:57

condividi

IMU 2022, nuova riduzione per i pensionati in Legge di Bilancio. Sono i residenti all’estero i beneficiari dell’agevolazione, prevista in via temporanea per l’anno in corso.

IMU 2022 più bassa per i pensionati: cosa cambia per i residenti all'estero

IMU 2022, arriva una nuova riduzione per i pensionati.

La Legge di Bilancio in vigore dal 1° gennaio ridefinisce la misura dell’agevolazione riconosciuta ai residenti all’estero, che in via temporanea e solo per il 2022 potranno versare l’IMU nella misura del 37,5%.

Si assottiglia ancora di più l’importo dell’IMU addebitato ai pensionati residenti all’estero. Attenzione però ai requisiti da rispettare: facciamo il punto su chi ha diritto allo sconto.

IMU 2022 più bassa per i pensionati: cosa cambia per i residenti all’estero

Sono i soggetti non residenti in Italia, titolari di pensione maturata in regime di doppia convenzione internazionale, i beneficiari della riduzione IMU al 37,5% prevista dalla Legge di Bilancio 2022.

Si tratta di una norma temporanea, che si applicherà solo per l’anno in corso, e che incrementa di alcuni punti percentuali lo sconto già previsto per la specifica categoria di soggetti passivi.

È stata la Legge di Bilancio dello scorso anno ad aver introdotto un’agevolazione IMU per i pensionati esteri, per ripristinare seppur in parte il vecchio sconto previsto per i soggetti AIRE fino al 2020. L’imposta è dovuta per la metà dell’importo ordinario e, in parallelo, la TARI è dovuta in misura ridotta di due terzi.

L’articolo 1, comma 48 della Legge n. 178/2020 ha tuttavia ristretto il campo d’applicazione dello sconto, includendo tra i beneficiari esclusivamente i soggetti residenti in uno Stato diverso dall’Italia titolari di una pensione maturata in regime internazionale.

Come specificato nella risoluzione n. 5/DF/2021, si tratta delle pensioni maturate mediante il cumulo dei periodi assicurativi in Italia con quelli relativi ai periodi di lavoro in Stati esteri e, nello specifico, in Paesi UE, SEE, Svizzera, Regno Unico e Paesi extraeuropei che hanno stipulato con l’Italia convenzioni bilaterali di sicurezza sociale.

Sono quindi questi i beneficiari della nuova e più corposa riduzione IMU prevista per il 2022, nel rispetto di specifiche condizioni.

Riduzione IMU 2022 pensionati al 37,5% solo per la casa non in affitto o comodato

Non basta essere titolare di una pensione maturata in regime di convenzione internazionale per beneficiare dell’IMU ridotta.

La Legge di Bilancio 2022, riprendendo l’impostazione dell’agevolazione ordinaria, dispone che ai fini dello sconto pari al 62,5% sarà necessario rispettare i seguenti requisiti:

  • il pensionato dovrà possedere in Italia un solo immobile;
  • l’unità immobiliare non dovrà essere data in affitto o in comodato d’uso.

Si evidenzia infine che ai fini del beneficio, è necessario che il soggetto passivo che ha applicato la riduzione dell’imposta presenti la dichiarazione IMU al Comune competente, entro l’anno successivo a quello di riferimento.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it