I motivi del rialzo di Shiba Inu

Gabriele Stentella

25/10/2021

25/10/2021 - 15:53

condividi

Nell’ultimo mese Shiba Inu ha conosciuto una forte crescita del suo valore. Cosa si nasconde dietro questi dati?

I motivi del rialzo di Shiba Inu

Shiba Inu si conferma essere una delle criptovalute più sorprendenti dell’anno. Negli ultimi giorni la principale rivale del Dogecoin ha raggiunto il suo nuovo massimo storico, forte anche di alcuni rumors relativi al futuro approdo su un importante exchange.

Ma stando agli esperti, questo non sarebbe il solo motivo dietro alle oscillazioni della crypto-meme. Quali altri fattori, allora, stanno favorendo il rally di questa valuta digitale?

Shiba Inu ai massimi storici: i motivi del rialzo

Da inizio ottobre Shiba Inu ha guadagnato oltre il 420%, toccando il suo massimo storico a 0,0000455 dollari nel corso dell’ultima settimana. Una delle prime motivazioni dietro questo rally è da identificare nella notizia (ancora non confermata) del futuro inserimento della criptovaluta all’interno della piattaforma Robinhood, approdata in borsa lo scorso 29 luglio suscitando l’interesse di molti investitori e analisti.

La piattaforma al momento non offre agli utenti statunitensi la possibilità di depositare e scambiare criptovalute, anche se in 46 stati federali degli USA è disponibile una funzione per eseguire trading su diversi crypto-asset quali Bitcoin, Ethereum e Litecoin. A fine settembre però i vertici della società hanno annunciato l’imminente lancio di un crypto-wallet che permetterà di eseguire operazioni direttamente in criptovaluta.

Stando ai rumors, Shina Inu potrebbe non solo essere inserita tra le criptovalute tradabili con valuta fiat, ma beneficerebbe anche di una posizione all’interno del wallet che sarà reso disponibile in futuro. Queste voci non hanno ancora trovato conferma, ma hanno ugualmente spinto in alto il prezzo del token.

Un altro elemento che ha favorito il rialzo di Shiba Inu è rappresentato dal «coin burn» partito da un wallet di Binance. Con questo termine ci si riferisce a un’operazione che permette di rimuovere dalla circolazione dei token al fine di contenerne l’offerta. Nello specifico, il controvalore in dollari dei token di Shiba Inu soggetti al coin burn è stato pari a 25.000 dollari. Di per sé l’operazione non ha avuto grandi effetti sulla circolazione della crypto, ma ha rafforzato l’entusiasmo di molti investitori, che a sua volta si è tradotto in un forte aumento degli acquisti.

Cosa aspettarsi su Shiba Inu?

Al momento Shiba Inu è tornata a quota 0,000039 dollari, ben al di sopra del supporto settimanale pari a 0,000027 dollari. Le previsioni vedono la crypto mantenersi ben salda sopra questo valore, anche se la resistenza fissata a 0,00004 dollari pare difficile da superare in questo momento.

Se questa soglia dovesse cedere, esiste la possibilità che la criptovaluta sia investita da massicce ondate di vendite, che potrebbero anche annullare tutti i progressi fatti nell’ultima settimana.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.