La Germania valuta il vaccino obbligatorio da febbraio: l’Italia cosa farà?

Alessandro Cipolla

1 Dicembre 2021 - 08:27

condividi

Il futuro cancelliere Olaf Scholz si è detto favorevole a un obbligo vaccinale generalizzato a partire da febbraio: intanto in Austria chi non farà il vaccino rischia fino a 7.200 euro di multa.

La Germania valuta il vaccino obbligatorio da febbraio: l'Italia cosa farà?

Anche in Germania presto potrebbe scattare l’obbligo vaccinale. Con la situazione sanitaria che resta difficile, nelle ultime 24 ore sono stati 50.000 i nuovi casi Covid e 390 i decessi, il nuovo Governo guidato dal socialista Olaf Scholz sembrerebbe essere pronto alla linea dura.

A margine dell’incontro con i governatori dei Länder, è emersa la volontà di estendere a livello federale la regola del 2G, green pass solo ai vaccinati e ai guariti, ma non è da escludere che a breve si possa arrivare anche al rendere obbligatorio il vaccino anti-Covid.

Le parole di Olaf Scholz riportate dalla stampa tedesca sembrerebbero essere molto chiare: “È importante stabilire un obbligo generalizzato alla vaccinazione”. Al momento in Germania è completamente immunizzato il 68% del totale della popolazione, un tasso minore rispetto a quello dell’Italia visto che noi siamo al 74%.

La prima mossa del nuovo governo Scholz dovrebbe essere quella di un sostanziale lockdown per i non vaccinati, ma se la situazione sanitaria dovesse peggiorare ecco che potrebbe essere messa in campo l’extrema ratio dell’obbligo vaccinale.

Vaccino obbligatorio in Germania: e in Italia?

Nonostante le rassicurazioni degli scienziati, in Europa ormai sembrerebbe essere scoppiata la psicosi della variante Omicron. Da Israele però arrivano buone notizie su questo fronte: con la terza dose anche questa nuova mutazione sarebbe coperta.

Se questa variante contenente ben 32 mutazioni dovesse essere veramente molto contagiosa, la situazione sanitaria in Germania dove Omicron è già presente potrebbe diventare presto ancora più complicata.

Per capire quanto critica sia già la situazione ospedaliera in Germania, basti pensare che alcuni Länder sono pronti a trasferire una parte dei pazienti in terapia intensiva in Italia, Svizzera e Francia.

In caso di un peggioramento, Berlino potrebbe fare come Vienna è imporre un obbligo vaccinale generale. A riguardo, in Austria la multa per chi entro febbraio non si vaccinerà potrebbe arrivare fino a 7.200 euro: non va meglio agli over 60 non vaccinati in Grecia, visto che per loro la multa sarà di 100 euro al mese.

E l’Italia? Da noi fortunatamente al momento la situazione è ancora sostenibile, con soltanto il Friuli Venezia Giulia in giallo e la Provincia Autonoma di Bolzano che cambierà colore a partire dalla prossima settimana.

Per il Governo la stretta del green pass rafforzato dovrebbe essere sufficiente, ma se la campagna per la terza dose non dovesse decollare ecco che l’obbligo vaccinale già deciso per sanitari, docenti, personale amministrativo scolastico e sanitario, Forze dell’Ordine e militari, potrebbe essere esteso a tutti.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it