Il numero uno della Ferrari in Formula 1, Mattia Binotto, ha rivelato che il suo team sta preparando un pacchetto di aggiornamenti per la sua SF1000 in vista del Gran Premio di Ungheria, che sarà il terzo evento di questa particolare stagione 2020. Lo stesso Mattia Binotto ha rivelato diverse settimane fa che l’auto in Austria sarebbe stata molto simile a quella che ha viaggiato in Australia, praticamente la stessa, qualcosa che Charles Leclerc ha confermato recentemente. Il motivo è semplice: nel 2020 la Ferrari ha sbagliato il concetto della sua auto e, alla luce dei risultati dei test pre-stagionali, ha deciso di cambiare completamente rotta.

Ferrari: Mattia Binotto conferma i primi aggiornamenti alla monoposto con il Gp d’Ungheria

Certo, un cambio di concetto richiede tempo e in tal senso la chiusura forzata delle fabbriche a causa del coronavirus non è stata di grande aiuto. Pertanto, il pacchetto di evoluzioni arriverà a Budapest. Per quanto riguarda il doppio appuntamento al Red Bull Ring il numero uno del team Ferrari è consapevole che non avranno l’auto più veloce, ma spera di approfittare di ogni opportunità e indica che nel GP ungherese il suo team farà un passo avanti.

Binotto ha detto di sapere bene che al momento la sua squadra non ha la monoposto migliore ma nonostante ciò qualche speranza rimane. Questo in quanto il circuito di Spielberg ha caratteristiche diverse rispetto a quelle di Montmeló e inoltre le temperature saranno ben al di sopra di quelle di Febbraio. «In Austria dobbiamo cercare di sfruttare tutte le opportunità e poi, in Ungheria, con il nuovo pacchetto a cui stiamo lavorando, saremo in grado di vedere dove siamo realmente facendo un confronto con gli altri e tenendo conto dello sviluppo dei nostri concorrenti», ha detto Binotto per concludere.