Louis Camilleri, appena due anni e mezzo dopo essere subentrato alla guida della Ferrari al posto di Sergio Marchionne, ha rassegnato le dimissioni per «motivi personali». Sebbene abbia di recente subito le conseguenze di un’infezione da coronavirus con tanto di ricovero in ospedale, Camilleri avrebbe deciso di dare l’addio per altri motivi.

Louis Camilleri si dimette da numero uno della Ferrari

Camilleri era un membro del consiglio di amministrazione della Ferrari quando è subentrato come amministratore delegato a Marchionne, morto pochi giorni dopo essere stato sostituito. Marchionne ha orchestrato lo spin-off della Ferrari nel 2016 da Fiat Chrysler, dove ha anche ricoperto il ruolo di CEO.

La Ferrari ha gestito la pandemia meglio del previsto, mettendo in campo ordini per le sue supercar a sei e sette cifre numeri simili a quelli dell’anno scorso, ha detto la società a novembre. Durante il suo periodo come CEO, Camilleri ha supervisionato la trasformazione della Ferrari in un marchio di lusso a tutti gli effetti.

Ha rinnovato la gamma della Ferrari in modo che potesse continuare ad aumentare i prezzi. La società ha introdotto cinque nuovi modelli nel 2019, che hanno contribuito ad aumentare le vendite annuali a oltre 10.000 unità per la prima volta.

Camilleri non è un tecnico, poiché proviene dal mondo del commercio e della finanza, avendo studiato in particolare a Losanna. Dopo un periodo nell’industria del tabacco, Camilleri ha assunto la direzione della Ferrari e ha annunciato il grande piano 2018-2022, con, in particolare, il SUV Purosangue nel menu.

«Gli anni migliori devono ancora venire», ha commentato Camilleri, fiducioso per i team di Maranello. John Elkann, il capo del gruppo Fiat, subentrerà ad interim, ma bisognerà nominare rapidamente un nuovo amministratore delegato.

Il produttore ha già annunciato che presto un sostituto sarà svelato. Il nuovo capo sarà probabilmente il responsabile della Ferrari nei prossimi dieci anni. Questo significa che avrà un ruolo cruciale nel futuro del marchio italiano.