La Fed aggressiva manda in tilt gli investitori

Violetta Silvestri

7 Aprile 2022 - 08:27

condividi

Nei verbali la Fed ha confermato un approccio aggressivo per domare l’inflazione, che colpirà il bilancio della banca centrale e i tassi di interesse. Intanto, i mercati rispondono con scetticismo.

La Fed aggressiva manda in tilt gli investitori

Le azioni scendono dopo che la Federal Reserve ha delineato i piani per ridurre il suo bilancio di oltre $1 trilione all’anno mentre aumenta i tassi di interesse, in una campagna per frenare l’inflazione che potrebbe colpire la crescita economica.

Il rimbalzo che ha visto i titoli statunitensi salire dai minimi del mese scorso ha iniziato a vacillare, poiché gli investitori tengono conto di un più rapido inasprimento della politica monetaria della Fed, oltre che dell’inflazione ai massimi e dei continui sconvolgimenti geopolitici derivanti dalla guerra in Ucraina.

I verbali dell’ultimo incontro di politica monetaria della Federal Reserve sembravano gettare le basi per aumenti più consistenti dei tassi di interesse, così come un taglio di 95 miliardi di dollari al mese del bilancio della Fed entro la fine dell’anno.

Con queste premesse, i mercati e i trader vacillano.

Fed aggressiva, dubbi degli investitori

I futures statunitensi ed europei sono in calo dopo il ritiro di Wall Street e i titoli del Tesoro aumentano, con la curva dei rendimenti che è stata più ripida.

Il dollaro si è avvicinato a un massimo di tre settimane mentre gli investitori hanno digerito i verbali della riunione della Fed di marzo.

I documenti hanno segnalato che sono possibili aumenti dei tassi di mezzo punto e che la banca centrale Usa sta valutando la possibilità di ridurre le sue massicce partecipazioni obbligazionarie a un ritmo massimo di 95 miliardi di dollari al mese per inasprire le condizioni finanziarie.

Il piano di ridurre il suo bilancio di quasi 9 trilioni di dollari, che è stato gonfiato dagli acquisti di obbligazioni dell’era della pandemia, indica una maggiore volatilità nei mercati globali. Gli investitori dubitano che la Fed possa evitare di far precipitare la più grande economia del mondo in una recessione.

Tracie McMillion, responsabile della strategia di asset allocation globale presso il Wells Fargo Investment Institute, ha commentato: “Abbiamo visto un inasprimento quantitativo solo una volta in precedenza ed è stato in misura minore rispetto a questa volta, ed è terminato poco dopo l’inizio.” La possibilità che adesso la manovra della Fed abbia un atterraggio morbido è assai difficile.

Per questo, nei mercati di respira un clima di incertezza.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO

Selezionati per te

Correlato