Esame avvocato 2019: tracce possibili, atti e pareri per la prova scritta

Quali saranno le tracce di questa edizione dell’esame di avvocato? Qui qualche anticipazione sul parere di civile, penale e gli atti giudiziari, guardando i temi caldi della Corte di Cassazione e le prove degli scorsi anni.

Esame avvocato 2019: tracce possibili, atti e pareri per la prova scritta

Oggi si svolgerà la terza prova dell’esame di avvocato 2019, quella dedicata all’atto giudiziario. Scopriamo in diretta live gli aggiornamenti su tracce e soluzioni dell’atto giudiziario di civile, penale e amministrativo.

Come ben sapete, è impossibile predire con certezza cosa uscirà alle prove scritte del 10, 11, e 12 dicembre, tuttavia è possibile fare dei pronostici andando a guardare cosa è successo nelle edizioni passate dell’esame di avvocato; quindi quali argomenti sono stati già trattati e gli atti di civile, penale e amministrativo più gettonati.

In questo articolo abbiamo raccolto tracce e soluzioni degli ultimi 20 esami di abilitazione alla professione forense e le sentenze civili e penali della Corte di Cassazione più significative di quest’anno.

Potrebbe interessarti anche Esame avvocato 2019: punteggio minimo per andare all’orale e criteri di valutazione

Esame avvocato 2019, tracce possibili: anticipazioni, pronostici e argomenti degli anni scorsi

Come ogni anno in prossimità delle prove scritte dell’esame per l’abilitazione alla professione forense si tenta di indovinare su quale atto e su che argomento si dovranno cimentare gli aspiranti avvocato. Difficile stabilire con certezza che cosa potrebbe uscire questa edizione, tuttavia ci sono degli argomenti che, plausibilmente, data la loro importanza, potrebbero in qualche modo uscire quest’anno.

Per esempio l’intero 2019 ha visto al centro del dibattito giuridico e politico la riforma della Giustizia del del Ministro Bonafede che interviene su diversi temi come: la negoziazione assistita, la mediazione obbligatoria, l’atto di citazione. A questi argomenti deve poi aggiungersi la contestatissima riforma della prescrizione.

Ora gli scenari plausibili sono due: c’è chi esclude questi argomenti dal novero dei papabili perché troppo scontati e chi, invece, ritiene che potrebbero essere una delle tracce d’esame.

Altro aspetto da prendere in considerazione sono gli argomenti dell’esame avvocato dello scorso anno, si esclude infatti per due anni di seguito le prove scritte possano trattare le stesse questioni giurisprudenziali e fattispecie di reato.

Nel 2018 gli aspiranti avvocato si sono cimentati su sostituzione di persona, iscrizione all’anagrafe del figlio nato all’estero con fecondazione eterologa e debiti di gioco.

La prima prova, quella di diritto civile, è stata sull’atto di comparsa di costituzione, la seconda di penale sull’atto di appello mentre sul diritto amministrativo il ricorso per giudizio di ottemperanza.

Esame avvocato, gli atti usciti negli ultimi 20 anni

Non c’è una scienza esatta che possa permetterci di calcolare o prevedere con esattezza quali atti e quali argomenti usciranno in questa edizione dell’esame di avvocato, però potrebbe essere utile passare in rassegna le tracce degli anni passati. Per facilitare la consultazione abbiamo ristretto il campo alle ultime 20 edizioni dell’esame di abilitazione. Precisamente:

  • nel 2001, atto di appello su porto abusivo di armi e sequestro di persona;
  • nel 2002, atto di appello su incendio e morte/lesione come conseguenza di altro delitto;
  • nel 2003, atto di appello sulla frode in commercio;
  • nel 2004, atto di appello su truffa e furto aggravato;
  • nel 2005, atto di appello su peculato d’uso;
  • nel 2006, atto di revoca di misura di prevenzione patrimoniale su associazione a delinquere di stampo mafioso;
  • nel 2007, atto di rinnovazione dell’istanza di riabilitazione;
  • nel 2008, atto di appello proposto dalla parte civile, su scriminanti attività sportiva;
  • nel 2009, atto di appello su consenso informato;
  • nel 2010, atto di appello su tentativo di rapina impropria;
  • nel 2011, atto di appello su peculato;
  • nel 2012, atto di appello: su concorso anomalo;
  • nel 2013, atto cautelare personale su connivenza non punibile e concorso di persone;
  • nel 2014, atto di appello su appropriazione indebita;
  • nel 2015, atto di appello su furto e delitto tentato;
  • nel 2016, atto di appello su rapina e recidiva;
  • nel 2017, atto di appello sul tentativo di omicidio;
  • nel 2018, atto di appello, comparsa di costituzione e ricorso per giudizio di ottemperanza.

Tracce possibili, le sentenze civili e penali più importanti del 2019

Non abbiamo la sfera di cristallo per prevedere gli argomenti che verranno scelti quest’anno, però ci sembra utile richiamare all’attenzione le sentenze civili e penali più significative del 2019. A nostro avviso sono le seguenti:

  • Cassazione civile, sentenza numero 28084/2018 e numero 16429/2019 sul diritto d’oblio e il diritto di cronaca;
  • Cassazione civile, ordinanza numero 21988/2019 sul danno da capacità lavorativa specifica;
  • Cassazione civile, ordinanza numero 21726/2019 sul contratto di compravendita e la nullità per difetto di forma;
  • Cassazione penale, sentenza 40347/2018 sul reato di corruzione propria e la libertà parlamentare;
  • Cassazione penale, sentenza 7032/2019 sul concorso colposo in delitto colposo;
  • Cassazione penale, sentenza numero 21409/2019 sul saluto fascista.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Esame avvocato

Argomenti:

Esame avvocato

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.