Enel, possibile accordo con Wind e Vodafone per la nuova banda larga

Francesco Lucchetti

16/11/2015

16/11/2015 - 10:22

condividi

Il CDA di Enel approva la costituzione di una newco per la nuova rete in fibra ottica in Italia, grande interesse di Wind e Vodafone. Telecom preoccupata, ecco cosa prevede il piano.

Grandi novità nel mondo delle telecomunicazioni, Enel potrebbe dare presto il via a quella che sarebbe una vera e propria rivoluzione nel settore e procedere con la realizzazione di una rete in fibra ottica per la trasmissione a banda larga, in accordo con Wind e Vodafone.

Con tutta probabilità la notizia non piacerà a Telecom, ma nonostante questo il Consiglio di Amministrazione Enel ha approvato la formazione di una nuova società per azioni destinata a dar vita ad un progetto della banda larga profondamente innovativo nel nostro Paese.

Enel, cosa prevede il nuovo progetto?

Il CdA ha conferito all’AD Francesco Starace la delega per la costituzione di una newco per la realizzazione di una nuova rete a banda larga nel territorio italiano. Questa nuova SpA sarà aperta a tutti gli operatori delle telecomunicazioni presenti in Italia.
La decisione è in linea con il piano del Governo che punta a coprire entro il 2020 l’85% delle abitazioni italiane con un collegamento internet veloce 100 megabyte al secondo e a raggiungere la totalità delle abitazioni con un collegamento di 30 megabyte al secondo.

Un grande investimento alle porte

Il programma prevede un grande investimento, a disposizione ci sarebbero circa 12 miliardi di euro. 2,2 miliardi sono stati già resi disponibili dal Governo ad agosto e ne sono stati garantiti altri 2,8 per un totale di 5 miliardi di euro. Altri 7 miliardi dovrebbero arrivare invece da fonti private.
La mossa attira inoltre l’interesse degli operatori delle telecomunicazioni: l’affitto della rete in fibra ottica lungo lo Stivale potrebbe costituire per la newco un grande ritorno in termini economici, in maniera da coprire le spese.
Enel punta a sostituire nei prossimi dieci anni più di 30 mila contatori e questa sarebbe l’occasione di raggiungere con i nuovi cavi le abitazioni ancora tagliate fuori dalla banda larga. Prysmian, la compagnia italiana leader nella produzioni di cavi per le telecomunicazioni, potrebbe essere coinvolta nei lavori.

Telecom preoccupata, fuori dalla newco?

Telecom non sembra aver avuto motivo finora di coprire le aree meno vantaggiose in termini economici, le cosiddette zone a “fallimento del mercato” lontane dai centri urbani. Con questi presupposti Enel si propone come alternativa più che valida data la sua migliore presenza nel territorio. Dal canto suo, Telecom non si è ancora detta interessata ad entrare a far parte della nuova compagnia e potrebbe rimanere fuori dal programma.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.