L’effetto Fed alimenta i mercati oggi, l’uragano muove il petrolio

Violetta Silvestri

30 Agosto 2021 - 08:21

condividi

I mercati asiatici aprono la settimana in rialzo, traendo beneficio ancora dalle parole di Powell a Jackson Hole. Asia positiva e dollaro in ribasso. L’uragano in USA scuote il petrolio.

L'effetto Fed alimenta i mercati oggi, l'uragano muove il petrolio

Mercati oggi: azioni asiatiche all’insegna dei guadagni e il dollaro non lontano dai minimi sui minimi di due settimane, dopo che il presidente della Federal Reserve ha adottato un tono più accomodante di quanto alcuni investitori si aspettassero nel discorso tanto atteso di venerdì.

Il Giappone guida il rialzo e i titoli tecnologici cinesi avanzano. I futures statunitensi sono stabili dopo una chiusura record di Wall Street sulla scia del discorso di Jackson Hole.

Powell ha affermato che la Fed potrebbe iniziare a ridurre gli acquisti di obbligazioni quest’anno, ma non ha fretta di aumentare i tassi di interesse e sarà guidata dai dati sui rischi di Covid-19.

In questa cornice, che succede oggi nei mercati?

Mercati: l’Asia avanza, il dollaro si ferma

Sentiment positivo nelle Borse asiatiche. Alle ore 8.07 circa, il Nikkei guadagna lo 0,45%. Gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai, in verde in apertura, vanno sotto la parità a dimostrazione di una Cina in fermento.

Hong Kong, Kospi e Taiwan scambiano al rialzo.

Gli investitori guardano soprattutto Pechino e il versante normativo. Gli ultimi passaggi includono una campagna per reprimere piattaforme commerciali e account di social media che pubblicano informazioni relative alla finanza ritenute economicamente dannose. Un altro è un sistema di rating del credito proposto per regolamentare le società di live streaming.

La settimana darà anche nuove indicazioni sulla crescita economica del dragone con i dati PMI, già previsti in rallentamento.

Intanto, il rendimento dei titoli del Tesoro di riferimento a 10 anni è stato dell’1,3054% rispetto alla chiusura statunitense dell’1,312% e l’indice del dollaro che misura il biglietto verde rispetto a un paniere di valute è scivolato ai minimi di due settimane. Le parole dovish di Powell hanno contribuito.

Il petrolio in balia dell’urugano USA

I mercati delle materie prime sono focalizzati sull’uragano Ida.

I futures sulla benzina USA sono balzati e il petrolio è rimasto stabile dopo che la tempesta si è abbattuta sulle coste della Louisiana, interrompendo le forniture di energia.

Alle ore 8.15 circa le quotazioni Brent e WTI sono in calo.

L’oro ha ridotto i guadagni recenti e Bitcoin è stato scambiato intorno a $ 48.000.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.