Dichiarazione Irap 2021: modello, scadenza e istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Rosaria Imparato

2 Febbraio 2021 - 17:34

condividi

Dichiarazione Irap 2021, il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 29 gennaio ha approvato il modello e le istruzioni per la compilazione. Vediamo le scadenze da rispettare, come trasmettere la dichiarazione e le novità.

Dichiarazione Irap 2021: modello, scadenza e istruzioni dell'Agenzia delle Entrate

Dichiarazione Irap 2021, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato online il modello e le istruzioni da seguire per la corretta compilazione.

L’Amministrazione Finanziaria ha messo a disposizione tutto il “pacchetto” della dichiarazione dei redditi sul proprio sito il 29 gennaio 2021, approvando i vari modelli con altrettanti provvedimenti.

Il modello Irap 2021 deve essere utilizzato per dichiarare l’imposta regionale sulle attività produttive relativa al periodo di imposta 2020.

La dichiarazione messa a disposizione il 29 gennaio non va utilizzato dai contribuenti per i quali il periodo d’imposta si è chiuso anteriormente al 31 dicembre 2020. Il modello da utilizzare, invece, è quello approvato lo scorso anno. Lo stesso discorso è valido anche in caso di scioglimento di società di persone senza formale procedura di liquidazione.

Dichiarazione Irap 2021: modello e istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Il modello Irap 2021 e le relative istruzioni per la corretta compilazione sono stati approvati dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 28883 del 29 gennaio.

Modello Irap 2021
Clicca qui per scaricare il file.

Seguendo le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate si può procedere alla compilazione della dichiarazione Irap 2021, relativa quindi all’anno di imposta 2020.

Gli importi devono essere indicati in euro, arrotondando l’importo per eccesso se la frazione decimale è uguale o superiore a 50 centesimi di euro o per difetto se inferiore a detto limite. Per questo motivo negli spazi relativi agli importi sono stati prestampati i due zeri finali dopo la virgola.

La dichiarazione Irap può essere presentata da diversi da soggetti.

Qualora il contribuente provveda alla presentazione telematica direttamente, dovrà conservare la dichiarazione trasmessa avendo cura di stamparla su modello cartaceo debitamente sottoscritto e conforme a quello approvato.

In caso di presentazione della dichiarazione per il tramite di un intermediario abilitato, a tale soggetto va presentata la dichiarazione originale sottoscritta dal contribuente.

Il modello Irap può essere presentato anche:

  • tramite altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni dello Stato);
  • tramite società appartenenti al gruppo.
Modello Irap 2021 - Istruzioni compilazione
Clicca qui per scaricare il file.

Dichiarazione Irap 2021: le scadenze da rispettare

Nelle istruzioni approvate dal provvedimento del 29 gennaio si trovano indicazioni circa le scadenze da rispettare per l’invio della dichiarazione Irap all’Agenzia delle Entrate.

Provvedimento AdE - 29 gennaio 2021
Approvazione del modello di dichiarazione “Irap 2021”, con le relative istruzioni, da utilizzare per la dichiarazione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive (Irap) per l’anno 2020

In particolare:

  • per le persone fisiche, le società semplici, le società in nome collettivo ed in accomandita semplice, nonché per le società ed associazioni ad esse equiparate ai sensi dell’articolo 5 del Tuir, il termine è fissato al 30 novembre dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta (fermi restando i termini previsti dall’articolo 5-bis del d.P.R. n. 322 del 1998 e successive modificazioni nei casi di trasformazione, fusione o scissione totale);
  • per i soggetti all’imposta sul reddito delle società di cui all’articolo 73, comma 1, del Tuir, nonché per le amministrazioni pubbliche di cui alla lettera e-bis) dell’articolo 3, il termine è fissato nell’ultimo giorno dell’undicesimo mese successivo a quello di chiusura del periodo d’imposta.

La dichiarazione si considera presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate. La prova della presentazione della dichiarazione è data dalla comunicazione attestante l’avvenuto ricevimento dei dati, rilasciata sempre per via telematica.

Il servizio telematico restituisce immediatamente dopo l’invio un messaggio che conferma solo l’avvenuta ricezione del file. In seguito, l’utente riceverà un’altra comunicazione attestante l’esito dell’elaborazione effettuata sui dati pervenuti che, in assenza di errori, conferma l’avvenuta presentazione della dichiarazione.

Iscriviti a Money.it