Criptovalute: le previsioni 2021. Ecco su quali puntare (non solo Bitcoin)

Pierandrea Ferrari

4 Dicembre 2020 - 12:32

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il 2020 è stato un anno d’oro le valute digitali, ma il Bitcoin non è la sola opzione per gli investitori. Ecco le previsioni per il 2021.

Criptovalute: le previsioni 2021. Ecco su quali puntare (non solo Bitcoin)

Quali previsioni per il 2021 sul fronte delle criptovalute?
No, non c’è solo il Bitcoin. E dirlo sembra quasi una profanazione, dato che la valuta virtuale creata nel 2009 da Satoshi Nakamoto ha sin qui monopolizzato l’attenzione degli investitori.

Nel solo 2020, infatti, l’asset ha registrato un balzo in avanti del 168,6% - il prezzo è passato dai 7.213 dollari della prima sessione di gennaio a quello odierno di 19.371 dollari – arrivando così ad un passo dal superamento della soglia psicologica dei 20.000 dollari. Ma, secondo gli analisti, il 2021 potrebbe essere l’occasione per riscoprire quelle criptovalute di minori dimensioni che stanno già cavalcando un trend di crescita superiore a quello del Bitcoin. Ecco quali sono.

Criptovalute, previsioni 2021: è tempo di guardare oltre il Bitcoin

Non è facile scendere da un cavallo che ha percorso così tanti chilometri, ma un bravo fantino sa quando è il momento di abbandonare la sella. E il 2021 – sebbene sul Bitcoin continuino a piombare previsioni ben più che ottimistiche – potrebbe essere davvero l’occasione per gli investitori di allargare il proprio sguardo nel campo delle criptovalute.

Ne sono convinti gli analisti, che vedono per diverse valute digitali un potenziale ancora parzialmente inespresso, a differenza del Bitcoin che già si muove sui livelli più alti dal 2017. Più nello specifico, queste sono le parole rilasciate alla CNN da Don Guo, CEO di Broctagon Fintech Group:

“Tutte le grandi Altcoin hanno iniziato come piccole valute virtuali. Se il mercato delle criptovalute dovesse continuare su un trend di crescita, molti investitori potrebbero essere tentati dal puntare sulle monete digitali di minori dimensioni per prendere il jackpot”.

Sotto la lente XRP – la valuta digitale di Ripple, al terzo posto nella classifica delle criptovalute per capitalizzazione di mercato – che nel 2020 è cresciuta del 25% a quota 0,60 dollari, per un valore totale che si attesta sui 30 miliardi. Anche Ethereum rimane particolarmente attenzionata per il 2021, dopo aver registrato un balzo del 20% negli ultimi sette giorni.

Una posizione rialzista su quest’ultima è stata espressa da Rachid Ajaja, CEO di AllianceBLock, che vede nella moneta digitale del sistema decentralizzato pubblicato nel 2015 il potenziale per “registrare delle performance superiori a quelle del Bitcoin dal prossimo anno”.

Ma ad orientare gli analisti verso le valute digitali minori c’è soprattutto la convinzione che la popolarità attuale del Bitcoin possa diventare un’arma a doppio taglio. Su questa linea Brad Garlinghouse, CEO di Ripple, che ha dichiarato:

“Credo che nel tempo le persone comprenderanno sempre di più che concentrare i propri investimenti su un solo asset è un’attività rischiosa. Diversificare è importante, e riduce i rischi”.

I fattori rialzisti sulle criptovalute

D’altra parte, le valute virtuali minori stanno seguendo la strada già tracciata quest’anno dal gigante delle criptovalute, il Bitcoin. Una strada davvero poco accidentata, con le nuove opzioni digitali che hanno beneficiato di un dollaro debole e delle aspettative sulla crescita dell’inflazione come conseguenza delle politiche tese a mantenere i tassi d’interesse ai minimi.

Ma a spiegare l’odierno successo delle criptovalute c’è anche quel processo di maturazione completato dalle stesse monete virtuali nel corso dell’anno. Circostanza, questa, che ha spinto colossi dei pagamenti come PayPal e Square a permettere ai loro clienti di detenere wallet digitali per effettuare acquisti.

Questa rinnovata credibilità delle criptovalute ha persino convinto il CEO di JP Morgan, Jamie Dimon - un detrattore della prima ora - a rivedere le proprie posizioni, con la multinazionale statunitense che si dice ora pronta ad accontentare quei clienti che premevano per un’apertura verso le monete digitali.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories