Cardano (ADA): cos’è? I motivi del successo della criptovaluta

Claudia Cervi

4 Maggio 2022 - 12:19

condividi

Cardano (ADA) è la nuova criptovaluta che si è imposta sul mercato di riferimento segnando performance record. Di cosa si tratta e perché ha catturato così tanta attenzione?

Cardano (ADA): cos'è? I motivi del successo della criptovaluta

Cardano (ADA) è una criptovaluta sviluppata con una piattaforma blockchain di terza generazione e utilizzata per inviare e ricevere fondi. Nata nel 2015, questa moneta digitale si posiziona al nono posto per capitalizzazione (25 miliardi di dollari nel momento in cui si scrive), subito dopo Solana e Terra.
Di cosa si tratta e cosa c’è dietro all’iniziale successo di Cardano?

Cardano: cos’è e perché ha avuto successo?

Cardano è stata lanciata nel 2017 ed è una blockchain pubblica decentralizzata, dalla quale viene emesso il token ADA. Il progetto è nato nel 2015 dopo che il suo fondatore, Charles Hoskinson, è stato rimosso dal team dei fondatori di Ethereum per una divergenza di opinioni con Vitalik Buterin: Hoskinson considerava Etherum un progetto a scopo di lucro mentre per Buterin andava sviluppato in ottica no-profit.

Hoskinson ha così dato vita ad una blockchain di terza generazione con l’obiettivo di elaborare transazioni velocemente come Bitcoin e di supportare gli smart contract come Ethereum, superando però i limiti delle due blockchain precedenti:

  • sostenibilità: Bitcoin richiede infatti elevatissimi quantitativi di energia per essere minato, risultando inefficiente dal punto di vista energetico.
  • scalabilità: le criptovalute generate da blockchain di seconda generazione si basano sul protocollo proof of work con conseguenti problemi di scalabilità delle transazioni.
  • interoperabilità tra criptovalute: Cardano permette a più monete digitali di comunicare velocemente tra loro attraverso il protocollo KMZ. In tal modo i token ADA possono essere trasferiti su una blockchain differente con lo stesso protocollo, favorendo anche la conversione tra criptovalute senza intermediari.

Cardano utilizza il protocollo proof of stake come algoritmo di consenso per la conferma delle transazioni: non necessita dunque dei miner, come avviene per esempio con il Bitcoin che utilizza il protocollo proof of work, più dispendioso in termini di energia elettrica.

Cardano è quindi eco-sostenibile e consuma meno energia elettrica rispetto alle criptovalute che hanno adottato l’altro protocollo. Si stima per esempio che il Bitcoin necessiti più energia della Svezia.

L’exploit di Cardano

Dal suo debutto a fine 2017, Cardano ha realizzato ottime performance, passando di mano da 0,03$ a 1,23$ (+4.000%) a inizio 2018. Successivamente, nel 2021 la criptovaluta si è resa protagonista di un exploit sorprendente raggiungendo un record a 3,09$ (+23.800%).

Oggi il prezzo di Cardano (ADA) si attesta attorno a 0,80$ dopo aver intrapreso un rapido declino dai top di metà 2021.

Cardano (ADA)/USD, prezzo dal lancio ad oggi Cardano (ADA)/USD, prezzo dal lancio ad oggi fonte: Money.it

Rispetto al Bitcoin, che come sappiamo ha ottenuto performance eccezionali, Cardano ha guadagnato oltre il 2.500%.

Per chiarire meglio l’incredibile rialzo del prezzo di Cardano specifichiamo che chi avesse comprato 1000 token ADA il 26 novembre 2017 avrebbe speso 30$ e oggi avrebbe potuto incassare 791$.

Cardano: differenze con Ethereum

Cardano ed Ethereum hanno molti punti in comune: non a caso il suo fondatore Hoskinson ha contribuito allo sviluppo di Ethereum per poi abbandonare il progetto creandone uno concorrente.

Entrambe infatti prevedono l’utilizzo di contratti intelligenti smart contract e la creazione di applicazioni decentralizzate dApp, ma differiscono per design, filosofia e obiettivi.

  • Stato di completamento. Mentre lo sviluppo di Ethereum è a circa il 50%, Cardano ha ancora una lunga strada davanti a sé e si trova nella quarta tappa della sua road map, organizzata in cinque fasi: Byron, Shelley, Goguen, Basho e Voltaire. Ognuna con l’aggiunta di nuove funzionalità che verranno fornite in più versioni.
  • Quantità circolante. Gli Ada in circolazione sono 32 miliardi e fanno leva sul concetto di scarsità: saranno massimo 45 mentre gli Ether sono 116 milioni con la possibilità di una fornitura infinita.
  • Velocità. Ethereum può reggere circa 20 transazioni al secondo mentre Cardano supera 250 TPS. Per fare un confronto, Visa, azienda leader per le transazioni con carte di credito, consente l’elaborazione di 30 mila transazioni per secondo. ETH 2.0 tuttavia sta lavorando ad un meccanismo di scalabilità della rete per elaborare fino a 100.000 TPS. Analogamente, Cardano sta sviluppando il suo protocollo Hydra in grado di scalare fino a 1 milione di TPS.
  • Protocollo di consenso. Per il momento Ethereum si basa sul Proof of Work mentre Cardano sul Proof of Stake. Tuttavia la nuova generazione di Ethereum, ETH 2.0, comporterà un cambiamento di protocollo di consenso.
  • Commissioni. Uno dei maggiori difetti di Ethereum è l’elevato costo delle transazioni che ne rallenta la sua crescita. Le commissioni sulle transazioni variano in base all’utilizzo della rete: maggiore è la richiesta di validazione delle transazioni, più la commissione è elevata. Le commissioni di Cardano sono più basse, ma parametrate al prezzo di ADA: all’aumentare del valore di ADA, le commissioni di transazioni aumentano proporzionalmente.

Vantaggi e svantaggi sull’investimento

Investire in criptovalute rappresenta sempre una grande incognita a causa dell’incertezza che aleggia proprio sulle monete digitali. Come per tutte le forme di investimento, occorre considerare il rischio di perdere il denaro investito. C’è chi si riferisce al Bitcoin e le altre come “bolle” o “frodi”, come per esempio JP Morgan, o chi sostiene che il valore della criptovaluta più famosa al mondo sia pari a zero, come Morgan Stanley.

Il 2021 è stato l’anno delle criptovalute e [molte hanno fatto registrare un boom di valore e di diffusione e le più celebri sono state sicuramente Bitcoin e Ripple. Il successo delle nuove ICO è dipeso sia da un sentiment positivo degli investitori verso questo nuovo strumento finanziario, ma anche dall’attrazione verso un asset così economico. Come già detto in precedenza, Cardano valeva solo 0,03$ il 26 novembre 2017.

Alcune ICO si sono rivelate davvero delle truffe, come per esempio Confido, e per questo motivo fondamentale per Cardano è stato l’apporto di Charles Hoskinson. Dal momento che Ethereum è un progetto che ha funzionato e continua a crescere (la criptovaluta vale oltre 2.800$), la presenza in Cardano dell’ex co-fondatore di Ethereum ha portato sicurezza agli investitori.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.