Covid, cos’è e come funziona il test fai da te promosso in Veneto da Zaia

Cosa sono e come funzionano i test fai da te promossi dal governatore del Veneto Luca Zaia. Ecco tutto ciò che c’è da sapere su questo nuovo strumento diagnostico ancora in fase di sperimentazione.

Covid, cos'è e come funziona il test fai da te promosso in Veneto da Zaia

Via libera in Veneto per la sperimentazione dei test fai da te con cui effettuare l’autodiagnosi per la Covid-19. Il nuovo strumento diagnostico è stato presentato dallo stesso governatore del Veneto nel corso di una diretta su Facebook, durante la quale Zaia lo ha provato su se stesso.

A partire dal 16 novembre, saranno testati circa 5.000 kit in diversi laboratori del Veneto, e una volta raccolti i dati della sperimentazione saranno presentati all’Istituto Superiore di Sanità, che emetterà la validazione finale. Qualora si dovesse ottenere l’approvazione da parte dell’ISS, questi test permetterebbero di effettuare una diagnostica più capillare e quindi si potrebbe avere un quadro più preciso della diffusione del virus sul territorio nazionale, oltre che ad una migliore gestione dell’emergenza.

Test fai da te: cos’è, come funziona e quanto costa

Il test fai da te è un nuovo strumento diagnostico ancora in fase di sperimentazione che permetterà a chiunque di sottoporsi in modo autonomo ad un’analisi in grado di valutare la positività al Sars-Cov-2. Il funzionamento del test è molto semplice e può essere svolto da tutti, il kit si compone di un piccolo cotton fioc che dovrà essere inserito all’interno delle narici, senza però raggiungere le zone profonde del setto nasale. Il tampone dovrà essere ruotato per cinque volta in ciascuna narice, dopodiché dovrà essere immerso in una provetta di plastica contenuta nel kit, nel quale è presente il liquido reagente. Dopo qualche minuto il liquido dovrà essere versato su di una piccola scatolina, e nel giro di massimo 15 minuti compariranno delle lineette colorate, proprio come sui test di gravidanza.

Se questo strumento diagnostico supererà la sperimentazione, potrà essere distribuito nelle farmacie e potrebbero diventare uno modo per effettuare uno screening di massa, dal momento che il suo costo sarà accessibile a tutte le tasche, come ha precisato il governatore del Veneto, che ha parlato di un costo di qualche euro. Intanto, negli Stati Uniti, il test fai da te ha già ottenuto l’approvazione della Food and Drug Administration, ed è venduto a circa 5 dollari, poco più di 4 euro.

I test fai da te sono affidabili?

I test fai da te rappresentano senza dubbio una possibile svolta nella gestione della pandemia che permetterebbe di risparmiare non solo tempo, ma anche denaro. Quello che la sperimentazione su un grande numero di persone vuole verificare è l’effettiva affidabilità di questi strumenti diagnostici.

Quello che si teme maggiormente infatti, come per tutti i test rapidi, è la possibilità di falsi negativi, dal momento che questo test diagnostico non analizza il materiale genetico come i tamponi molecolari, ma solamente le proteine superficiali del virus, risultando essere un’analisi più superficiale rispetto al classico tampone.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories