Coronavirus e vacanze estive: “aspettate a prenotare” avverte Ursula von der Leyen

“Aspettate a prenotare le vacanze estive”: questo l’avvertimento della presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen per i viaggi e le prenotazioni da luglio ad agosto.

L’emergenza coronavirus ha messo il mondo e l’intera popolazione davanti a un incredibile stato d’incertezza: a rincarare la dose è l’avvertimento dato dalla presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen sulle eventuali prenotazioni per le vacanze estive.

La stagione estiva si avvicina e complici le belle giornate passate in quarantena in tanti si interrogano su cosa fare quest’estate, chiedendosi quando e come prenotare le proprie vacanze estive. Il turismo è infatti tra i settori maggiormente colpiti dalla crisi derivata dal lockdown da coronavirus, e oggi più che mai vi è incertezza su quando si potrà ripartire e su quando sarà possibile prenotare le proprie vacanze presso le strutture alberghiere sparse in tutto il mondo.

Urusla von der Leyen non riserva però parole confortanti in merito:

“consiglio di aspettare a prenotare le vacanze estive. Per luglio e agosto attualmente nessuno può fare previsioni affidabili”

,

così si è espressa il leader della Commissione Ue a margine di un’intervista al Bild.

Coronavirus: meglio non prenotare le vacanze estive, l’avvertimento di Ursula von der Leyen

Dopo aver invitato gli anziani a rispettare la quarantena evitando gli assembramenti e le riunioni non autorizzate, a dispetto della solitudine avvertita, la von der Leyen si è dichiarata scettica circa la prossima stagione turistica invitando i cittadini a non riporre troppa fiducia nelle vacanze.

La presidente si è dichiarata scettica circa la possibilità di effettuare prenotazioni per i prossimi mesi, affermando che non ci sono al momento previsioni in grado di garantire la sicurezza di una stagione turistica internazionale fino ad agosto.

I dubbi quindi sulle prossime vacanze estive rimangono e al momento le possibilità puntano al turismo interno. Su questo punto è il ministro dei Beni culturali e del turismo Dario Franceschini a provare a dare qualche garanzia:

“Stiamo lavorando a un incentivo che possa spingere gli italiani a investire nel turismo interno, questa circostanza potrebbe portare il 2020 a diventare l’anno in cui scoprire l’Italia meno conosciuta, dai borghi ai cammini nei sentieri e piste ciclabili fino ai treni storici”

.

Turismo e vacanze solo in Italia? Per affermarlo con certezza è ancora presto. Sul ritorno alla normalità Ursula von der Leyen indica cautela e decisioni prese passo per passo:

“parlare di date è impossibile, i Paesi membri dell’UE attraverso stadi diversi nella pandemia e ogni nazione decide per sé. La forza dell’Europa è che non ci sono decisioni singole. Abbiamo modo di imparare molto vicendevolmente e applicare allentamenti delle misure in specifiche aree, in modo da sperimentarne gli effetti per la collettività”

.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories