Coronavirus: posso portare cane e gatto dal veterinario?

Emergenza coronavirus: come comportarsi con gli animali domestici? Si può uscire per andare dal veterinario? Ecco le indicazioni da rispettare per non rischiare sanzioni.

Coronavirus: posso portare cane e gatto dal veterinario?

Le restrizioni del Governo per fermare il contagio del coronavirus hanno modificato enormemente il nostro stile di vita e le nostre abitudini. Nonostante l’invito a stare in casa e limitare al minimo gli spostamenti, le Autorità hanno chiarito fin da subito che non è vietato portare a spasso il cane (sempre nel rispetto delle misure di sicurezza e senza allontanarsi troppo dal domicilio); ma invece si può andare dal veterinario? Cosa fare se il nostro amico a quattro zampe ha bisogno di una visita?

Questa è una delle domande più frequenti, che denota il grande interesse degli italiani verso gli animali. A fugare ogni dubbio ci ha pensato il Ministero dell’Interno che ha chiarito che gli spostamenti per andare dal medico veterinario non sono vietati. Ci sono però delle eccezioni, vediamo quali.

Posso portare cane e gatto dal veterinario?

La COVID-19 è un’infezione da non sottovalutare, per questo tutti dobbiamo attenerci alle indicazioni del Governo e delle Autorità sanitarie, ovvero stare in casa ed uscire solo per motivi di lavoro, salute e necessità. Ma come bisogna comportarsi se cane e gatto devono andare dal veterinario?

Dato il gran numero di richieste al riguardo, il Ministero dell’Interno ha ribadito che uscire di casa per portare gli animali domestici dal veterinario rientra nei casi di necessità, e quindi è uno spostamento consentito, da dichiarare nel modulo di autocertificazione in caso di controllo da parte delle Forze dell’ordine. Attenzione però perché non tutte le visite veterinarie sono urgenti e necessarie. I controlli di routine che non rispondo a nessuna particolare esigenza devono essere rimandati.

Per quanto riguarda gli interventi urgenti, invece, questi possono svolgersi solo su prenotazione degli appuntamenti, in modo da evitare l’affollamento in sala d’aspetto e garantire il rispetto delle regole di distanziamento sociale. La turnazione degli appuntamenti deve garantire il rapporto uno a uno tra veterinario e cliente.
Durante la visita, il medico veterinario e gli eventuali assistenti devono indossare guanti in lattice monouso e mascherine di protezione individuale.

Cosa dice invece il decreto sul portare i cani a spasso? Naturalmente anche questo rientra nei casi di necessità perché il cane non ne può fare a meno (a meno che non si abbia un giardino in casa), e quindi è uno spostamento consentito. Ma anche in questo caso ci sono delle regole a cui attenersi: gli spostamenti devono essere limitati allo stretto necessario, significa uscire con il cane non può diventare una scusa per fare gite fuori porta o incontrare gli amici a passeggio con i loro cani.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Coronavirus

Argomenti:

Coronavirus Animali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.