Coronavirus: parrucchieri ed estetiste a domicilio. Cosa si rischia?

Coronavirus: parrucchieri ed estetiste a domicilio. L’attività è consentita? Cosa si rischia? Rispondiamo a queste domande dal momento che molti continuano a prestare servizio ai propri clienti nonostante l’emergenza.

Coronavirus: parrucchieri ed estetiste a domicilio. Cosa si rischia?

Coronavirus: parrucchieri ed estetiste a domicilio si può? Cosa si rischia? Rispondiamo alle due domande laddove sono sempre più frequenti le notizie che provengono da giornali locali di diverse parti d’Italia di parrucchieri, barbieri ed estetiste che, pur avendo chiuso l’attività, non si scoraggiano e continuano a lavorare incuranti delle disposizioni in materia.

La risposta alla prima domanda è che no, in tempi di coronavirus e dopo il DPCM dell’11 marzo i parrucchieri e le estetiste non possono svolgere l’attività in salone né a domicilio recandosi presso l’abitazione dei propri clienti.

La risposta alla seconda domanda, vale a dire cosa si rischia, perché si rischia a fare servizio a domicilio, la vedremo di seguito.

Coronavirus, parrucchieri ed estetiste a domicilio: non è consentito

Con l’emergenza coronavirus fare i parrucchieri e le estetiste a domicilio non è consentito. Il decreto della Presidenza del Consiglio dell’11 marzo ha chiuso molte attività per contenere il contagio da COVID-19 nella Penisola, misure inaspritesi con il decreto del 22.

Parrucchieri ed estetiste dal 12 marzo non possono recarsi nel proprio salone. Già all’inizio dell’emergenza, quando ancora le misure erano limitate alla Lombardia e il Veneto, era chiaro che questi mestieri sarebbero stati i primi ad avere ripercussioni e a entrare tra le professioni a rischio.

Sono mestieri in cui il contatto è fondamentale pertanto la distanza di sicurezza, pur garantendo le norme igieniche, in studio come anche a casa, non è possibile rispettarla.

Sono molti i parrucchieri e le estetiste che continuano abusivamente a praticare la professione tanto che Confartigianato Caserta, uno dei luoghi in cui evidentemente si è verificata la pratica illecita, ha lanciato un appello, richiamando la popolazione e le Forze dell’ordine al controllo di una pratica non consentita e che può mettere a rischio anche la salute delle persone. Non solo gli stessi parrucchieri ed estetiste che prestano servizio a domicilio rischiano.

Parrucchieri ed estetiste a domicilio: cosa rischiano

Parrucchieri ed estetiste a domicilio cosa rischiano con l’emergenza coronavirus? Prima di tutto la loro salute, quella dei clienti e dei propri cari. Il contatto, la vicinanza non è possibile in questo momento di epidemia e l’isolamento in casa è necessario.

Nessuno è immune al coronavirus e il contagio è rapidissimo, senza contare che anche gli asintomatici possono trasmetterlo.

Da un punto di vista etico non è corretto e non lo è neanche nei confronti dei colleghi che rispettano le regole da quando hanno abbassato la saracinesca dei loro saloni. I parrucchieri e le estetiste che lavorano a domicilio continuano a percepire un’entrata, in nero, e beneficeranno anche degli aiuti previsti dal governo, come i 600 euro per le partite Iva.

Poi si rischia il penale. Per chi contravviene alle disposizioni del governo ed esce per recarsi in altri luoghi diversi dalla propria casa per motivi che non siano legati al lavoro (l’attività a domicilio di parrucchieri ed estetiste non è tra queste), salute o spesa e che rilascino in fase di controllo dichiarazioni mendaci sono previste sanzioni e nello specifico:

  • un’ammenda di 206 euro o arresto fino a 3 mesi per Inadempimento dei provvedimenti dell’Autorità (ex articolo 650 del Codice penale), ;
  • una denuncia per Falsa attestazione e dichiarazioni mendaci (ex articolo 495 del Codice penale) con reclusione da 1 a 6 anni.

Questo rischiano i parrucchieri ed estetiste a domicilio, senza contare che le attività che restano aperte nonostante le disposizioni in merito incorrono anche nella sospensione della licenza.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Professioni

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.