Carta igienica a 2.000 euro su eBay, coronavirus brucia tutte le scorte

La carta igienica è diventato un bene introvabile causa isteria da coronavirus. Online può arrivare a costare anche oltre 1.800 euro.

Carta igienica a 2.000 euro su eBay, coronavirus brucia tutte le scorte

Carta igienica introvabile, online arriva a costare quasi 2.000 euro.

Con il dilagare della paura legata alla quarantena in diversi Paesi del mondo a causa del coronavirus, migliaia di persone si sono riversate nei supermercati facendo incetta di qualsiasi tipo di prodotto fino a svuotarli del tutto.

Il prodotto che più è andato a ruba è stata la carta igienica, ormai diventata introvabile. La sua scarsità ha dato vita anche ad un rissa in Australia, dove due donne sono arrivate alle mani per accaparrarsi l’ultima confezione di carta igienica disponibile in negozio.

Carta igienica venduta a quasi 2.000 euro, introvabile causa coronavirus

In Inghilterra, alcuni commercianti e privati hanno pensato di approfittare della psicosi legata al coronavirus per gonfiare a prezzi folli i rotoli di carta igienica.
Su eBay si può trovare una confezione di carta igienica composta da 16 rotoli a 2.000 sterline, poco più di 1.800 euro. La stessa confezione ha un prezzo reale di circa 7 sterline in un normale supermercato.

Tra gli altri annunci disponibili troviamo anche 9 rotoli di carta igienica venduti a 215 sterline (196 euro), il cui prezzo originale di 5,50 sterline è stato aumentato di 39 volte, oppure la confezione da 13 rotoli a 400 sterline, ovvero 365 euro. Infine, una confezione da 4 rotoli venduta da Tesco per soli 1,90 sterline è acquistabile alla “modica” cifra di 100 sterline (91 euro).

La vendita di questi prodotti non è passata inosservata ai vertici di eBay. Un portavoce dell’azienda ha dichiarato al The Sun:

“eBay non tollera che i venditori sfruttino gli altri utenti. Abbiamo messo in atto dei filtri per evitare che questi articoli siano inseriti in listini a prezzi irragionevolmente gonfiati, e aggiorniamo costantemente le nostre misure per controllare i listini in base all’evoluzione della situazione.”

Non solo carta igienica: prezzi shock su mascherine e gel disinfettanti

La ricerca spasmodica di prodotti di prima necessità ha indotto diversi gestori di supermercati a dilazionare i prodotti, impostando dei limiti massimi per cliente. Tesco in Inghilterra ha imposto un limite sulle confezioni di pasta e di verdura in scatola, mentre Aldi e Asda hanno limitato il numero di disinfettanti per le mani acquistabili a due per cliente.

Anche in Italia appena annunciata la quarantena forzata prevista nel decreto del Ministero, moltissimi cittadini si sono riversati nei supermercati notturni per fare scorte alimentari e di prodotti di prima necessità.

In poco tempo, anche i “furbetti” del nostro Paese si sono attrezzati ed hanno iniziato a postare online annunci di prodotti a prezzi enormemente gonfiati. Tra i prodotti più richiesti troviamo principalmente mascherine e disinfettanti per le mani, il cui utilizzo serve a proteggere dal coronavirus.

Uno dei casi più eclatanti coinvolge una farmacia di Pescara che vendeva mascherine con un rincaro del 500%, mentre un disinfettante poteva arrivare a costare quasi 150 euro

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.