Congedo straordinario retribuito: a quanto ammonta l’indennità?

Il congedo straordinario di 24 mesi prevede un’indennità mensile calcata sugli elementi base dell’ultima retribuzione. Ma bisogna tenere presenti alcune cose.

Congedo straordinario retribuito: a quanto ammonta l'indennità?

Il congedo straordinario retribuito permette, per un massimo di 24 mesi della vita lavorativa, di assentarsi dal lavoro per assistere un familiare convivente con grave handicap in base alla legge 104/1992, ottenendo un’indennità e contribuzione figurativa sull’intero periodo. Ma come si calcola l’indennità spettante?

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Sono figlio unico di vedova disabile di 78 anni con 3 comma 3 104/92, convivente. Vorrei usufruire del congedo straordinario. Mi tocca? Ed in particolare. La retribuzione a quanto ammonterebbe? Ho chiesto ad INPS e patronato che mi dicono che fa riferimento all’ultima retribuzione. Credo bisogni tener conto della paga base cioè la tredicesima mensilità visto che ho molte indennità e straordinari. Ma in caso di necessità, come ora, devo valutare. Vorrei qualche delucidazione in più su questo aspetto, come si calcola? Attendo vostre notizie. Grazie”

Congedo straordinario e indennità

L’indennità riconosciuta nei mesi di fruizione, così come prevede il decreto Legislativo 151 del 2001 modificato dal D.Lgs numero 19 del 2011, prevede che sia calcolata in base all’ultima retribuzione percepita prima del congedo.

L’indennità, in ogni caso, viene calcolata sulla ultima retribuzione ma limitatamente alle voci continuative e fisse della busta paga e, quindi, senza tenere conto di eventuali straordinari, gratifiche, indennità e incentivi e di tutte le voci variabili della busta paga.

In ogni caso l’indennità viene corrisposta, al lordo della contribuzione spettante, solo fino al limite massimo di € 48.737,86 annui per il 2020 (al netto della contribuzione spetta un indennizzo sostitutivo dello stipendio fino al limite massimo di 36.645 euro l’anno per il 2020).

Da tenere presente, inoltre, che durante la fruizione del congedo straordinario retribuito non si maturano tredicesima e Trattamento di Fine Rapporto poiché questi ultimi elementi maturano solo quando si svolge effettivamente attività lavorativa.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories