Congedo straordinario per genitore in casa di riposo: si può richiedere per l’assistenza?

Lorenzo Rubini

29 Marzo 2021 - 10:53

condividi
Facebook
twitter whatsapp
Congedo straordinario per genitore in casa di riposo: si può richiedere per l'assistenza?

Nella generalità dei casi, quando il familiare da assistere è ricoverato a tempo pieno presso una struttura ospedaliera, non è possibile fruire del congedo straordinario. Ma una circolare INPS apre le porte a chi, nonostante il ricovero, assiste il familiare. Cerchiamo di capire come funziona rispondendo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Chiedo cortesemente chiarimenti sulla possibilità di usufruire giorni di congedo legge 104 (dal monte giorni dei due anni), oltre i tre giorni mensili,per fornire assistenza al proprio genitore ricoverato in casa di riposo.
Il mio babbo di anni 91 presenta scompenso idroelettrolitico, con repentino abbassamento del sodio e cloro ematico, tale situazione necessità di assiduo monitoraggio dei valori, con infusione di liquidi . Procedura eseguita dal sottoscritto , C.P.S Infermiere, sotto direttive del medico curante. Situazione che se non ben gestita, lo porterebbe a gravi complicanze , quali coma e, morte. Di conseguenza i tre giorni al mese non mi consentono di poterlo seguire ottimamente. Dovrei prendere almeno due giorni a settimana,tra martedì e venerdì. Attualmente prendo i tre giorni previsti dalla legge, dovrei integrarli con altri giorni del Congedo Biennale. E’ possibile? Attendo vostri chiarimenti. Grazie e cordiali saluti.”

Congedo straordinario familiare ricoverato

A portare luce sulla possibilità di fruire del congedo legge 151/2001 per assistere un familiare ricoverato a tempo pieno in strutture ospedaliere o simili, è la circolare INPS numero 32 del 2012 al punto 6.

La normativa generale, infatti, ribadisce che per poter fruire del congedo è necessaria l’assenza di ricovero a tempo pieno del disabile ma ci sono delle eccezioni e nello specifico:

  • se ad essere ricoverato a tempo pieno è un figlio disabile i genitori potranno chiedere e fruire del congedo solo qualora la presenza sia richiesta dai sanitari della struttura
  • allo stesso modo per fruire del congedo straordinario per un familiare con disabilità grave ricoverato a tempo pieno è necessario che la presenza dell’assistente sia richiesta dal personale sanitario della struttura.

A mio avviso, fruendo già dei permessi legge 104 mensili, nonostante suo padre sia ricoverato a tempo pieno presso una struttura, che, ricordiamo non essere concessi in questi casi, appare evidente che la sua presenza sia necessaria. Per poter richiedere i giorni di congedo di cui necessita, in ogni caso, dovrà essere il personale sanitario della struttura in questione a certificare la richiesta della sua presenza per

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO