Concorso Comune di Roma per 1.470 posti: bandi riaperti e prova digitale. Come fare domanda

Teresa Maddonni

27 Aprile 2021 - 17:13

condividi

Concorso Comune di Roma: riaperti i bandi per i 1.470 posti in totale dopo l’intesa raggiunta tra la sindaca Raggi e il ministro Brunetta. È possibile fare domanda per l’unica prova digitale a risposta multipla che si terrà a giugno con le nuove regole per i concorsi pubblici. Vediamo come.

Concorso Comune di Roma per 1.470 posti: bandi riaperti e prova digitale. Come fare domanda

Concorso Comune di Roma: 1.470 posti nei bandi di quasi un anno fa fermi e ora riaperti per permettere le nuove iscrizioni.

È prevista una sola prova, a giugno, e sarà digitale secondo le nuove modalità stabilite dal decreto Covid di marzo per i concorsi pubblici.

A comunicare lo sblocco del concorso al Comune di Roma è stato lo stesso Dipartimento della Funzione Pubblica guidato da Renato Brunetta a seguito dell’intesa raggiunta tra l’Amministrazione di Virginia Raggi e il ministero per la PA.

Come si legge sui siti web ufficiali del ministero per la PA e del Comune di Roma Capitale l’intesa è stata raggiunta grazie a due novità vale a dire il decreto n.44 del 1° aprile che modifica le procedure previste per i concorsi pubblici e il protocollo validato dal Cts con le regole sullo svolgimento in sicurezza dei concorsi tra cui quindi rientra anche il Concorso per il Comune di Roma per 1.470 posti divisi per differenti categorie professionali.

Vediamo allora come fare domanda entro il 24 maggio per l’unica prova prevista a giugno sotto forma di quiz a risposta multipla.

Concorso Comune di Roma: come fare domanda con la riapertura dei bandi

Per il concorso pubblico al Comune di Roma per fare domanda con la riapertura dei bandi per 1.470 posti occorre utilizzare, come previsto già prima della conclusione dei termini lo scorso anno, la piattaforma Step One 2019 del Formez.

Ricordiamo che i 1.470 posti del concorso per il Comune di Roma sono così divisi:

  • 420 per i profili professionali di categoria D;
  • 1.050 per i profili di categoria C.

Al momento, come comunicano il ministero per la Pubblica Amministrazione e il Campidoglio, le domande per il concorso al Comune di Roma sono 177mila. Lo stesso Dipartimento, in un comunicato pubblicato anche sul profilo di Roma Capitale, scrive che:

“I bandi saranno riaperti dal 23 aprile, per 30 giorni: sarà possibile presentare domanda sulla piattaforma Step One 2019 del Formez. Sono ovviamente fatte salve le domande già presentate: non è richiesto alcun adempimento ai candidati che si sono già iscritti.”

Per fare domanda per il concorso al Comune di Roma il candidato avrà a disposizione quindi 30 giorni fino alle ore 18.00 del 24 maggio 2021 per le due diverse procedure attive sulla piattaforma Step One 2019.

I requisiti, dal momento che nulla cambia per chi ha già presentato domanda, saranno gli stessi previsti dai bandi che tuttavia sono stati modificati per quanto concerne la prova che sarà unica, scritta e digitale.

La domanda per il concorso al Comune di Roma dovrà essere inoltrata attraverso il servizio Step One 2019 (clicca qui), come abbiamo detto, accedendo con le credenziali:

  • codice fiscale;
  • SPID.

Una volta effettuato l’accesso bisogna cliccare su:

  • “concorsi attivi per cui è possibile presentare domanda” e nel dettaglio sul riquadro blu “Vedi concorsi”;
  • si apre una nuova pagina e bisogna cliccare su “candidati”;
  • a questo punto dovrebbero apparire i profili con i relativi codici di concorso;
  • scegliere quello cui ci si vuole candidare e cliccare su “compila domanda”.

Concorso Comune di Roma: posti e requisiti

Per il concorso al Comune di Roma per 1.470 posti i requisiti sono gli stessi previsti dai primi bandi e che il nuovo avviso di modifica sul sito di Roma Capitale prevede. Lo stesso vale per la suddivisione dei posti nei due bandi per le differenti categorie.

Nel dettaglio i 1.050 posti del bando per istruttori diplomati categoria C sono così divisi:

  • 250 per Istruttore Amministrativo (codice concorso CUIA/RM);
  • 200 per Istruttore Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio (CUIT/RM);
  • 100 per Istruttore Servizi Informatici e Telematici (CUIS/RM);
  • 500 per Istruttore Polizia Locale (CUIP/RM).

I 420 posti per funzionari laureati della categoria D sono così suddivisi:

  • 100 per Funzionario Amministrativo (FAMD/RM);
  • 80 per Funzionario Servizi Tecnici (FSTD/RM);
  • 80 per Funzionario Educativo Scolastico (CUFE/RM);
  • 140 per Funzionario Assistente Sociale (FESD/RM)
  • 20 per Funzionario Avvocato (codice FAVD/RM).

I requisiti generali che i candidati per il concorso per 1.470 posti, diviso in due procedure, sono i seguenti:

  • essere cittadini italiani o di altro Stato membro dell’Unione Europea o cittadini di Paesi terzi che siano titolari di regolare permesso di soggiorno (per il profilo di Istruttore Polizia Locale è richiesta esclusivamente la cittadinanza italiana);
  • avere un’età non inferiore a 18 anni;
  • l’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni previste dal concorso;
  • il pieno godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione.

Per i dettagli specifici relativi ai requisiti per ciascuna posizione rimandiamo agli avvisi di modifica dei bandi completi che alleghiamo di seguito. I bandi sono disponibili anche sulla piattaforma Step One 2019.

Avviso riapertura bando categoria D
Concorso Comune di Roma: bando per 420 posti.
Avviso riapertura bando categoria C
Concorso Comune di Roma: bando per 1.050 posti.

Concorso Comune di Roma: una prova digitale a giugno

Il concorso al Comune di Roma si svolgerà con un’unica prova digitale a partire dal mese di giugno. Vengono di fatto eliminate preselettiva e prova orale.

Il concorso pubblico, che seguirà le nuove regole per l’emergenza e il nuovo protocollo di sicurezza validato dal Cts, è stato semplificato rispetto al bando dello scorso anno.

La prova scritta del concorso al Comune di Roma, distinta per ciascun profilo professionale, consiste in un’unica prova volta ad accertare il possesso delle specifiche competenze proprie del profilo professionale, in relazione alle materie previste.

Si tratta di una prova digitale che avviene mediante specifici strumenti informatici della durata di 60 minuti e che consiste in 60 domande con risposta a scelta multipla, per un punteggio massimo attribuibile di 30.

Nella stessa prova 5 quesiti serviranno ad accertare la conoscenza della lingua inglese e delle tecnologie informatiche più diffuse.

Si legge nel comunicato del ministero e del Comune di Roma Capitale:

“Entro la prima decade di giugno si avvierà la procedura concorsuale che consisterà in un’unica prova scritta digitale, attraverso la somministrazione di quesiti specifici relativi ad accertare le competenze professionali del profilo concorsuale di appartenenza. Sono stati pianificati circa 35 giorni di prove alla Fiera di Roma, suddivisi in due sessioni giornaliere, che permetteranno di concludere il concorso entro la fine di luglio per procedere alle assunzioni entro la fine dell’estate. L’organizzazione complessiva è affidata al Formez PA e sarà coinvolto il sistema di Protezione civile anche per assicurare che le prove si svolgano nel pieno rispetto delle misure di sicurezza sanitaria.”

Dunque allo scadere dei nuovi termini per la domanda dovrebbe essere comunicato il diario delle prove.

Iscriviti a Money.it